Currently viewing the category: "Ad campaigns"

Le immagini della prima campagna curata dal nuovo direttore creativo Bruno Sialelli.

Il nuovo corso di Lanvin firmato dal direttore creativo Bruno Sialelli, inaugurato con la collezione autunno-inverno 2019-2020 Mystic pilgrims che ha sfilato all’interno del Musée de Cluny a Parigi, adesso, viene rappresentato attraverso la prima campagna pubblicitaria. La storica maison nell’orbita del gruppo Fosun, allora, svela Interference scattata dal fotografo britannico Glen Luchford che ha come protagonisti Kat Carter, Freek Mol, Dotain Yashitela, Jeranimo van Russel e Sara Grace Wallerstedt. In una cornice senza tempo, spicca il logo su un dialogo fluido di genere in cui menswear e womenswear non sono contrapposti, ma, al contrario, s’influenzano reciprocamente.

 

Harry Styles torna a essere protagonista della nuova campagna pubblicitaria scattata da Harmony Korine.

Una moderna interpretazione del guardaroba formale: Alessandro Michele, per la collezione maschile Tailoring pre-fall 2019 di Gucci, sceglie ancora Harry Styles come protagonista della nuova campagna pubblicitaria. Gli scatti che ritraggono il cantautore britannico sono firmati dal fotografo statunitense Harmony Korine.

 

Passato e presente: atmosfere pagane di libertà estetica ed espressiva negli scatti di Glen Luchford.

Dopo Ercolano, Alessandro Michele continua il dialogo con il patrimonio antico e, questa volta, sceglie le rovine del parco archeologico di Selinunte, sulla costa sudoccidentale della Sicilia, come cornice della nuova campagna pubblicitaria Gucci per la pre-fall 2019. Un sito che risale al VII secolo a.C. costituito da nove templi e altri tre fuori le mura, tra cui quello di Hera che figura negli scatti di Glen Luchford, per un simposio in chiave moderna durante il quale un gruppo di eclettici bohémien si ritrova per discutere di filosofia e politica, leggere poesie, fare musica e sport, ma anche ballare. Ragazzi che rappresentano le tendenze della contro-cultura californiana di Venice Beach, hardcore punk, rollerblader, bodybuilder e surfisti, accostati in un luogo mitico, sospeso nel tempo, in cui lo stilista immagina che le diversità possano convivere secondo l’ottica di una libera espressione personale.

 

Il Classicismo e le sue fascinazioni nella nuova campagna di Marni firmata da Jamie Hawkesworth.


Dal bianco della tela grezza al colore, dalle sculture classiche alle pitture fiamminghe rese attraverso l’uso singolare della luce che restituisce un’atmosfera intima. Una riflessione sul lavoro artigianale del designer in atelier in relazione alla sua musa caratterizzano la campagna per la primavera-estate 2019 di Marni scattata da Jamie Hawkesworth. Nella suggestiva cornice del Musée Bourdelle di Parigi la modella Jess Maybury, con una serie di pose dalla gestualità a tratti sovversiva, declina il paradigma estetico del brand disegnato da Francesco Risso.

 

Per la sua prima campagna, Riccardo Tisci coinvolge sei fotografi per interpretare la sua visione dell’etichetta britannica.


Burberry ha svelato la campagna di debutto di Riccardo Tisci per la primavera-estate 2019: sei fotografi, Nick Knight, Danko Steiner, Hugo Comte, Colin Dodgson, Peter Langer e Letty Schmiterlow, che, con le loro immagini contrastanti, hanno tradotto i codici del marchio inglese. Un mix perfetto di creatività, stili e tradizioni che sono il cuore della Gran Bretagna, dal punk ribelle al formale e raffinato.
“La cosa che mi entusiasma di più di Burberry – ha dichiarato il chief creative officer Riccardo Tisci – è la sua inclusività – arriva a tutti, indipendentemente dalla loro età, dal loro contesto sociale, dalla loro razza, dal loro genere. Così, quando stavo pensando alla mia prima campagna, sapevo di voler lavorare con una serie di talenti che mi aiutassero ad interpretare tutto ciò che questo incredibile storico brand rappresenta per tante persone diverse – dai millennials a un pubblico più maturo, Inglese e internazionale. Ho riunito 6 fotografi, tra i quali maestri della fotografia Inglese e rappresentanti della next generation che hanno qualcosa di nuovo da raccontare, tutti con un’energia, esperienza e punto di vista del mondo completamente diversi. Assieme interpretano, attraverso i loro occhi, questa nuova era di Burberry e le diverse generazioni di uomini e donne con le quali parliamo. Ogni immagine ha una sua forte unicità, ma è quando sono riunite assieme che raccontano veramente la diversità, l’eclettismo, l’inclusività e la bellezza di Burberry”.
Tra i protagonisti, Stella Tennant, Fran Summers, Claudia Lavender, Rianne Von Rompaey, Natalia Vodianova, Irina Shayk, Sora Choi, Anok Yai, Darani, Matteo Ferri e Joe Plunkett.
“Ho pensato molto al mio percorso quando ho iniziato a creare la mia prima collezione per Burberry. Dal mio ritorno a Londra, 20 anni dopo la mia collezione da neo-diplomato, fino a dove sono arrivato oggi. Sono stato anche ispirato da come Londra, la città che ha realizzato il mio sogno di farmi diventare uno stilista, si sia evoluta. Questa sfilata è una celebrazione delle culture, tradizioni e codici di questo storico brand e dell’eclettismo che rende meravigliosamente diversa la Gran Bretagna”.

 

Un primo sguardo alla campagna scattata da Luigi & Iango.


La top model britannica Edie Campbell è la protagonista della nuova campagna pubblicitaria per la primavera-estate 2019 scattata da Luigi & Iango e caratterizzata da un bianco e nero suggestivo e atemporale, tratto iconico dei due fotografi.
“Questa campagna – ha dichiarato lo stilista – rispecchia in pieno la mia idea di femminilità e la mia visione estetica. Gli anni Sessanta e Settanta e la Swinging London, con i loro slanci di libertà ed emancipazione anche stilistica, sono sempre stati per me una fonte d’ispirazione. Mi piaceva l’idea di immaginare Twiggy al giorno d’oggi, femminile e seducente e, più che mai, libera e indipendente. Trovo che Luigi & Iango siano riusciti perfettamente a trasmettere nelle immagini questa idea di contemporaneità”.
Il debutto sulla stampa internazionale è previsto a partire da gennaio 2019.

 

Un primo sguardo alla campagna scattata da Mikael Jansson.

A first look at the campaign shot by Mikael Jansson.

Mckenna Hellam, He Cong, Myrthe Bolt e Barry Lomeka sono i protagonisti della nuova campagna pubblicaria per la primavera-estate 2018 scattata da Mikael Jansson nel giardino fiorito di Villa Lazzi a Forte dei Marmi. Nella location, scelta anche per sottolineare il legame tra la maison e il territorio toscano, il fotografo svedese fa dialogare abiti, natura e luce in un’atmosfera quasi onirica. Il debutto sulla stampa internazionale è previsto a partire da gennaio 2018.

ENGLISH VERSION

Mckenna Hellam, He Cong, Myrthe Bolt and Barry Lomeka are the faces of the new Ermanno Scervino spring-summer 2018 ad campaign shot by Mikael Jansoon in the flowery garden of Villa Lazzi in Forte dei Marmi. In the location, which was chosen to underline the bond between the fashion house and Tuscany, the Swedish photographer has clothes, nature and light interact with one another in an almost dreamlike atmosphere. The debut in the international press is due in January 2018.

 

Un primo sguardo alla campagna scattata da Michael Hauptman.

A first look at the campaign shot by Michael Hauptman.

La luce, nella sua mutevolezza, dà forma alla personalità: un esercizio di equilibrio, ricerca e rifiuto, diventa l’elemento chiave della campagna pubblicitaria autunno-inverno 2017-2018 di Marni. Michael Hauptman, usa giochi di prestigio digitali per immortalare la modella, Ansley Gulielmi, in posizioni impossibili, in cui può contare solo su se stessa. Un’illusione che esalta la sua forza, un errore che celebra la sua bellezza.

ENGLISH VERSION

Light, in its inconstancy, gives shape to personality: an exercise of balance, search and dismissal, becomes the key element of the Marni fall-winter 2017-2018 advertisting campaign. Michael Hauptman uses digital magic to immortalise the model, Ansley Gulielmi, in impossible poses, where she can only hold onto herself. An illusion which emphasises her strength, an error which celebrates her beauty.

 

Maria Grazia Chiuri ha scelto le modelle gemelle May e Ruth Bell per la sua prima campagna per Dior.

Maria Grazia Chiuri chose twin models May and Ruth Bell for her Dior’s first campaign.

Grazia e fragilità con un’attitudine molto contemporanea. Dopo il messaggio femminista della sua collezione di debutto per Dior, Maria Grazia Chiuri ha cercato di tradurlo nella campagna per la primavera-estate 2017 che sarà parte di un più vasto progetto del marchio chiamato “The Women behind the Lens”. La creativa italiana ha arruolato la fotografa francese Bigitte Lacombe per ritrarre le modelle gemelle May e Ruth Bell in una campagna che esalta i vestiti e le donne che li indossano. Tra essi, figurano le t-shirt con lo slogan “We Should All Be Feminist”.
“Maria Grazia Chiuri – ha detto Brigitte Lacombe – ha le idee chiare su come le donne dovrebbero essere ritratte. Un punto di vista che condivido pienamente”.

ENGLISH VERSION

Grace and fragility in a very contemporary mood. After the feminist message of her debut collection for Dior, Maria Grazia Chiuri tried to translate it into the spring-summer 2017 campaign which will be part of a larger project from the brand called “The Women Behind the Lens.” The Italian designer enlisted French photographer Brigitte Lacombe to portray twin models May and Ruth Bell in a campaign which exalts the clothes and the women who wear them. Among the clothes featured are T-shirts bearing the slogan “We Should All Be Feminists.”
“Maria Grazia Chiuri,” said Brigitte Lacombe, “has a very clear idea about how women should be portrayed and looked at, which is a point of view that I share and understand.”

 

Un primo sguardo alla campagna scattata da Bruce Weber.

A first look at the campaign shot by Bruce Weber.

Versace ha svelato la sua campagna primavera-estate 2017 scattata da Bruce Weber che ha come protagoniste Edie Campbell e Anna Ewers nella campagna del Kentucky.
“Questa è una collezione che parla della vita Versace e di quanto sia dinamica e libera. Non conosco nessuno che riesca a catturare questo spirito e questa energia meglio di Bruce Weber”, ha dichiarato il direttore artistico Donatella Versace in un comunicato stampa.
Il fotografo americano ha iniziato a lavorare con Versace circa due decenni fa e, stando alle due stagioni scorse, parrebbe che questo sodalizio sia destinato a durare.

ENGLISH VERSION

Versace unveiled its spring-summer 2017 campaign shot by Bruce Weber starring Edie Campbell and Anna Ewers in the Kentucky countryside.
“This is a collection about the dynamic moment and the freedom of the Versace life. There is no one I know who can capture that spirit and energy like Bruce Weber,” artistic director Donatella Versace explained in a press release.
The American photographer began working with Versace nearly two decades ago and, if the past two seasons are of any indication, it looks like the duo is here to stay.