Currently viewing the category: "Accessories"

Marni ha programmato quattro aperture focalizzate esclusivamente sugli accessori.

Marni has planned to open four stores focusing exclusively on accessories.

Leggendo i commenti a margine delle sfilate, si può notare che molti si chiedono: “Chi indosserà mai quello o quell’altro?”. Una domanda che ha sempre meno significato. Una volta, si diceva che la haute couture, alla quale possono avvicinarsi meno di 1000 donne al mondo, servisse per vendere smalti e rossetti, ma, analogamente, quanto incidono sui fatturati le vendite del prêt-à-porter che, anche se fosse interessante, ormai, ha prezzi paragonabili a uno stipendio medio attuale? Lo dicono i dati: spesso, intorno al 10%. E se, in passato, era un business, anche proficuo, adesso, la missione delle passerelle (e delle sue collezioni che, molte volte, non vengono neanche prodotte o confinate in spazi sempre più piccoli nei negozi) è sempre più solo quella di spostare il livello dell’esclusività percepita. Chi ci guadagna? Chi punta, non è una novità, sugli accessori. Emblematico il caso di Marni che, adesso, ha delineato un piano retail per borse (+50% rispetto al 2016), calzature, occhiali e gioielli che valgono il 40% delle vendite. Il marchio da circa 170 milioni di euro che fa parte del gruppo Otb, creativamente guidato da Francesco Risso che ha preso il posto di Consuelo Castiglioni, dopo l’addio della fondatrice, ha programmato quattro aperture focalizzate esclusivamente su questo segmento a Roma, Parigi, Madrid e Shanghai presso, rispettivamente, Rinascente Tritone (inaugurato da poco), Printemps Louvre (che si aggiunge a Printemps Haussmann, aperto a gennaio 2017), El Corte Ingles Castellana e Grand Gateway 66 nel distretto commerciale di Xujiahui. E chi ancora vuole scommettere sull’abbigliamento? L’interesse viene sempre più rivolto alle riedizioni. Come per Versace che, dopo lo show che celebrava il 20° anniversario dalla morte di Gianni, ha presentato una capsule collection di T-shirt denominata Versace Tribute, attualmente in vendita. Non è da meno Valentino dove Pierpaolo Piccioli ha presentato sette abiti Very Valentino, tratti dall’archivio di Valentino Garavani. La moda è circolare? Tutto torna, ma non è mai uguale. Per essere nuovamente un settore rilevante, lasciate da parte le ultime fashion week poco entusiasmanti, deve reinventarsi senza dimenticare le origini. Non a caso, Carol Lim e Humberto Leon, alla seconda prova del progetto Memento, hanno inaugurato un temporary event store di Kenzo nel Marais a Parigi: 120 metri quadrati che ospitano accanto alle proposte stagionali, quelle della Memento o vintage originali.

ENGLISH VERSION

When commenting on fashion shows, people often ask themselves: “Who will wear this piece of clothing or that one?.” Such a question is becoming more and more meaningless. Once people said that haute couture – which can be bought by fewer than 1,000 women in the world – only served to sell lipsticks and nail polish, but analogously, how much do the sales of ready-to-wear – which now, even if it were interesting, has prices comparable to an average monthly wage – weigh on turnovers? Data say it is often around 10%. And whereas, in the past, it was often a profitable business, now the main aim of fashion shows (and of collections, which frequently aren’t even produced or are confined in small corners in the shops) is becoming more and more that of increasing the perception of exclusivity. Who takes advantage of it? Those who bet on accessories, which is not a novelty. Marni’s case is emblematic. The brand has just outlined a retail plan for bags (+50% compared to 2016), shoes, glasses and jewellery which amount to 40% of sales. The brand, belonging to the Otb group and whose value is around 170 million euros, is now designed by Francesco Risso after the founder Consuelo Castiglioni’s departure and it has planned to open four stores focusing exclusively on this segment in Rome, Paris, Madrid and Shanghai, respectively at Rinascente Tritone (recently opened), Printemps Louvre (in addition to Printemps Haussmann, opened in January 2017), El Corte Ingles Castellana and Grand Gateway 66 in the commercial district of Xujiahui. And what about those who want to bet on clothing? In that case is more and more often directed to re-issues. Versace, for example, after the show which celebrated the twentieth anniversary of Gianni’s death, presented a capsule collection of t-shirts called “Versace Tribute”, now for sale. Similarly Valentino’s designer Pierpaolo Piccioli has recently presented seven Very Valentino dresses, taken from Valentino Garavani’s archive. Is fashion constantly recurring? Everything is repeated, but it’s never the same. In order to become a relevant industry again – left aside the latest, not so electrifying fashion weeks – it must reinvent itself without forgetting its origins. Then it is not a case that Carol Lim and Humberto Leon, for their second attempt with the project Memento, have opened a Kenzo temporary event store in the Marais neighbourhood in Parigi: 120 square metres where seasonal proposals are sold together with Memento ones and vintage pieces.

 

New entry nel team creativo dedicato alla pelletteria e agli accessori.

New entry in the creative team working on leather goods and accessories.

Secondo indiscrezioni non confermate, Bulgari avrebbe scelto Giorgia Scarpa come head designer di pelletteria e accessori. La stilista, ex direttore creativo di Atelier Zagliani, integrato in Bally, sarebbe stata confermata ufficialmente dopo un periodo di collaborazione iniziato lo scorso luglio con la maison che fa capo a LVMH.
“La creatività della divisione pelletteria è affidata a un ampio team di persone”, si sono limitati a dichiarare da Bulgari. “No comment”, anche da Giorgia Scarpa che, in passato, ha collaborato con Roger Vivier, Dolce & Gabbana, Prada, Christian Dior Couture e Sergio Rossi.

ENGLISH VERSION

According to rumours which have not been confirmed, Bulgari has seemingly appointed Giorgia Scarpa as head designer of leather goods and accessories. The designer, former creative director of Atelier Zagliani, recently integrated in Bally, has allegedly been confirmed after collaborating with the brand belonging to LVMH since last July.
“The creativity of the leather goods department is entrusted to a wide team of people,” was the comment from Bulgari. “No comment,” from Giorgia Scarpa as well, who previously collaborated with Roger Vivier, Dolce & Gabbana, Prada, Christian Dior Couture and Sergio Rossi.

 

Un nuovo corso per il marchio sarà inaugurato con la collezione del prossimo autunno-inverno.

A new course for the brand will be inaugurated with the next fall-winter collection.

Dopo l’uscita di Nicholas Kirkwood, Pollini annuncia la nomina di Erminio Cerbone: laureato in scenografia e tecnica del Costume Teatrale all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, vanta collaborazioni con Prada, Jil Sander e Dolce & Gabbana.
“Con la collezione del prossimo autunno-inverno – si legge in una nota dell’azienda – si inaugura un nuovo corso che coniuga i codici della contemporaneità ai principi dell’artigianalità e della qualità, attraverso materiali pregiati, linee pulite e dettagli dalla forte identità. Una prospettiva che riporta in primo piano i valori essenziali del made in Italy”.

ENGLISH VERSION

After Nicholas Kirkwood’s departure, Pollini has announced the appointment of Erminio Cerbone: a graduate in scenic design and technique of theatre costumes at the Academy of Fine Arts in Naples, Cerbone has collaborated with Prada, Jil Sander and Dolce & Gabbana.
“With the next fall-winter collection,” a statement reads, “we are inaugurating a new course which combines the contemporary codes and the principles of craftmanship and of quality, through precious materials, clean lines and details with a strong identity. A perspective which brings back to the foreground the essential values of Made in Italy.”

 

Rei Kawakubo personalizza lo storico modello Bata Tennis.

Rei Kawakubo customizes the historic model Bata Tennis.

Rei Kawakubo, l’iconica stilista giapponese che dal 1969 guida il brand Comme des Garçons, reinventa la Bata Tennis.
Charles Pignal, discendente di Tomáš Bata, ha deciso di riproporre in grande stile lo storico modello in occasione delle celebrazioni per il 120esimo anniversario dell’azienda fondata nel 1894 nella Repubblica Ceca. Bata ha introdotto sul mercato la Bata Tennis nel 1936 affidando la produzione agli impianti di Batanagar, località indiana nei pressi di Calcutta, il cui nome deriva dal legame con la realtà calzaturiera.
La capsule, composta da due varianti che hanno il pois come leitmotiv, sarà disponibile la prima settimana di dicembre all’interno dei punti vendita Dover Street Market, il concept store creato dalla stessa Rei Kawakubo, tra cui quello di Ginza a Tokyo, il primo a inserire la Bata Tennis nell’offerta, ma anche nei flagship store worldwide di Comme des Garçons, nei principali negozi Bata e da Colette a Parigi.

ENGLISH VERSION

Rei Kawakubo, the iconic Japanese designer who has been leading the brand Comme des Garçons since 1969, reinvents the Bata Tennis.
Charles Pignal, Tomáš Bata’s descendant, has decided to repropose, in great style, the historic model on the occasion of the celebrations for the 120th anniversary of the company, founded in 1894 in the Czech Republic. Bata launched the Bata Tennis shoes in 1936 and produced them in the factories in Batanagar, an Indian town near Calcutta whose name derives from the footwear company.
The capsule collection is composed by two models and has polka dots as its leitmotiv. It will be available starting from the first week of December at Dover Street Market stores, the concept stores created by Rei Kawakubo herself, including the one in Ginza, Tokyo, the first one to include Bata Tennis in its offer. It will also be sold in the flagship stores of Comme des Garçons worldwide, in the main Bata stores and at Colette in Paris.

 

Il celebre logo di tre lettere YSL è esibito su una nuova gamma di borse.

The famous three-lettered YSL logo is showcased on a new range of bags.

Monogram non è più sinonimo solo di Louis Vuitton. Si chiama, infatti, Monogram Saint Laurent la nuova linea unisex di valigie e accessori appartenenti alla collezione permanente della maison Saint Laurent disponibile tutto l’anno. La stampa unica, disegnata da Hedi Slimane, si ispira alla geometria del celebre braccialetto in stile Art Déco, Babylone, e alla ripetizione del logo YSL creato dall’artista Adolphe Mouron Cassandre per Yves Saint Laurent nel 1961. Per il suo lancio iniziale, la collezione si compone di 30 pezzi, tra cui la tradizionale valigia in tela di cotone naturale cerato e una selezione di accessori, che comprende una clutch, un portacarte e una cover per iPad, tutti creati nei laboratori italiani di pelletteria. Sarà in vendita da questo mese negli store Saint Laurent alcuni dei quali offriranno anche un servizio di personalizzazione.

ENGLISH VERSION

Monogram is not synonymous with Louis Vuitton any longer. In fact, that’s the name of the new unisex line of luggage and accessories that is a part of the Saint Laurent permanent collection, available all year-round. The Hedi Slimane-designed unique print is inspired by the geometric links of the famous Art Deco-style Babylone curb chain, and the repetition of the YSL logo created by artist Adolphe Mouron Cassandre for Yves Saint Laurent in 1961. For its launch, the collection features 30 pieces, among which a traditional coated natural cotton canvas travel bag, as well as a selection of accessories, including a clutch, card holder and iPad sleeve, all created in Italy-based leather workshop. The collection will be available starting from this month in Saint Laurent stores, some of which will also offer a personalization service.

 

Una cover per iPad e iPhone in oro zecchino e diamanti.

A cover for iPad and iPhone in gold and diamonds.

Durante il Salone del Mobile, Buccellati porta a Milano due pezzi unici, due vere e proprie opere d’arte che sarà possibile ammirare a partire dal 9 aprile presso la boutique Buccellati di via Montenapoleone, 23.
I due accessori high-tech, che riportano il sole di ispirazione leonardesca, sono in oro giallo, completamente ricoperto dall’incisione tipica di Buccellati, il “rigato”, che gli artigiani realizzano tracciando linee sottili sulla superficie dell’oro fino ad ottenere un effetto simile alla seta. Le superfici sono poi state ulteriormente ricoperte con i soli e i loro raggi, incassati con brillanti.
Al di là della loro funzione, questi oggetti speciali sono una testimonianza dell’originalità del marchio e ne segnano l’evoluzione, con un linguaggio nuovo e moderno.
Le cover iPhone e iPad saranno disponibili da subito e saranno presentate nei punti vendita Buccellati di tutto il mondo prima di approdare nel flagship store di New York in Madison Avenue.
Il prezzo al pubblico parte da 150.000 euro per l’iPhone cover e da 350.000 euro per quella dell’iPad mini.

ENGLISH VERSION

During “Salone del Mobile” in Milan, Buccellati presents two unique pieces, two workarts which will be shown in Buccellati’s store on 23 via Montenapoleone starting from April 9.
The two high-tech accessories, which show the Leonardo da Vinci-inspired sun, are made of yellow gold, entirely covered by “rigato”, the typical Buccellati engraving, which craftsmen realize by tracing thin lines on the surface of gold, thus obtaining a texture similar to that of silk. The surfaces have then been covered with the suns and their rays, with diamonds mounted in them.
Apart from their functions, these special objects bear witness to the originality of the brand and mark its evolution through a new modern language.
The covers for iPhone and iPad will be immediately available and will be presented in the Buccellati stores all over the world before landing in the flagship store in NYC, on Madison Avenue.
The iPhone cover will be sold at 150.000 euros and the iPad mini cover at 350.000 euros.

 

Nuove stampe multicolor nella quinta e ultima collaborazione.

New multicolored prints for the fifth and ultimate collaborative collection.

In arrivo nei negozi la quinta collaborazione Vans by Kenzo. Carol Lim e Humberto Leon, per quest’ultima collezione, propongono alcune stampe iconiche della stagione autunno-inverno 2013-2014 di Kenzo. Tre vibranti colorazioni ispirate da un’atmosfera celestiale: le tigri volanti, i fulmini e le nuvole. Disponibili nei modelli tradizionali Vans slip-on e Vans Authentic styles ma anche su una novità per Kenzo, la Vans Chukka.

ENGLISH VERSION

The fifth collaborative collection of Vans by Kenzo is about to hit the stores. Carol Lim and Humberto Leon propose some of the preeminent prints of the Kenzo fall-winter 2013-2014 season for this final collection. Three vibrant colorways inspired by the celestial: flying tigers, lightning and clouds. Available in the traditional Vans slip-on and Vans Authentic styles but also on a new shape for Kenzo, the Vans Chukka.

 

Missoni riporta in house la pelletteria con l’obiettivo di trasformare le sue borse in cult bag che non si esauriscano nella stagione come accadeva con un accordo di licenza. I quattro modelli in pelle e suède della prima collezione realizzata internamente dall’azienda, la pre-fall 2013, si arricchisce di nuove varianti nell’autunno-inverno 2013-2014 e nella resort 2014 che Margherita Maccapani Missoni, responsabile degli accessori della griffe di Sumirago dal 2010, ha voluto rendere indipendenti pur rispettando, al tempo stesso, i dettagli iconici della maison.

ENGLISH VERSION

The Missoni brand is now producing its leather goods in house. The objective is to transform its handbags in cult bags, in “classics” that don’t “blow over” with the passing seasons, as it often happened, instead, with license agreements. The four leather and suède models of the first collection entirely produced in house by the company, the pre-fall 2013, come in new variations in the fall-winter 2013-2014 and cruise 2014 collections, which Margherita Maccapani Missoni, who has been in charge of the accessories of the fashion house from Sumirago since 2010, wants to be capable of standing on their own, although keeping some of the iconic details of the brand.

Foto/photos: courtesy Missoni

 

Il marchio disegnato da Alessandro Dell’Acqua presenta una nuova collezione di borse che debutterà con la pre-fall 2013.

The brand designed by Alessandro Dell’Acqua presents a new collection of handbags coming with pre-fall 2013.

N°21 annuncia il lancio della prima collezione di borse, prodotta come nel caso del womenswear da Gilmar, che raccoglie tutti i codici stilistici del brand disegnato da Alessandro Dell’Acqua: linee pulite e design essenziale si uniscono, infatti, ai colori iconici del prêt-à-porter, cipria, nero, cappuccino, oppure a toni più decisi come il giallo e il rosso.
Il debutto delle nuove proposte, distribuite worldwide seguendo i canali di vendita dell’etichetta, è previsto con la pre-fall 2013. L’obiettivo, inoltre, è quello di estendere in futuro il progetto anche alla piccola pelletteria, ampliando così la gamma del prodotto.
Il modello must have è chiamato Bad-Belle bag. Il nome nasce da un apparente contrasto dei materiali impiegati, all’insegna della sperimentazione che da sempre contraddistingue le creazioni firmate N°21: Bad rappresenta l’anima ribelle sottolineata dalla metalleria in ottone galvanizzato, dalla tracolla-catena e dalle placche dorate che conferiscono severità ai tagli mentre Belle è l’anima romantico-sognatrice, il vitello pieno fiore, morbido e setato al tatto, la forma piccola e graziosa.

 

a. testoni presenta la sua collezione autunno-inverno 2013-2014 all’insegna dell’armonia.

a. testoni presents its fall-winter 2013-2014 collection in the sign of harmony.

È all’insegna dell’armonia la collezione autunno-inverno 2013-2014 che a.testoni presenta a Pitti Uomo di Gennaio 2013. Armonia con se stessi, atmosfera di benessere e distensione che si esprime anche in ciò che si indossa: è questa l’ispirazione delle calzature a.testoni che si avverte nelle forme, nell’accordo dei colori o anche nell’accostamento di differenti materiali. Così lo stile a.testoni è il risultato di diversi elementi estetici coordinati nel segno dello stile.

DERBY IN NAPPA DELUXE – LINEA BLACK LABEL
Il materiale è protagonista nel derby della linea Black Label realizzato in nappa deluxe. Per questa calzatura, a.testoni utilizza la nappa più pregiata e raffinata, così morbida al tatto da creare un effetto cremoso, quasi impalpabile.

LA LINEA TOP DI GAMMA AMEDEO TESTONI
L’attenzione ai dettagli, da sempre nel dna di a.testoni, viene esaltata nella linea top di gamma Amedeo Testoni. Sono le cuciture, gli intrecci e gli accessori che rendono unici prodotti come l’inusuale francesina o lo stivale con chiusura a zip e costruzione tirolese. Ambedue realizzati in pregiato coccodrillo nero intrecciato, dettaglio che trasmette un’immagine di ricchezza raffinata ed opulenta.

LA NUOVA LINEA SOFT-AGGRESSIVE
La nuova proposta di a.testoni per il prossimo autunno-inverno è una linea più grintosa, d’ispirazione mimetica, adatta sia ai contesti metropolitani che per il fuori città. Il derby, l’anfibio e lo stivale con fondo gomma carrarmato, sono realizzati in vitello ingrassato di un particolare color ruggine che viene esaltato dalla tomaia liscia con semplice cap toe.

ENGLISH VERSION

Harmony is what characterises the fall-winter 2013-2014 collection that a. testoni presents at Pitti Uomo in January 2013. Harmony with oneself, an atmosphere of well-being and relax which expresses itself in what one wears as well: this is the inspiration for a. testoni’s footwear which can be seen in the shapes, in the accord of colors or in the combination of different materials. a. testoni’s style is thus the result of the coordination of different aesthetic elements.

DELUXE NAPPA LEATHER DERBY SHOES – BLACK LABEL LINE
The material is the protagonist in the Black Label Line derby shoe made of deluxe nappa leather. For this shoe a.testoni uses the most precious and refined nappa leather, so soft to the touch as to create a creamy, almost impalpable effect.

THE AMEDEO TESTONI TOP LINE
Attention to detail, which has always been part of a. testoni’s dna, is highlighted in the Amedeo Testoni top line. Stitchings, twines and accessories make products such as the unusual lace-up shoe or the zip-up Tyrolese-style boot unique. Both are made of precious interwoven black alligator skin, a detail which conveys an image of refined and opulent richness.

THE NEW SOFT-AGGRESSIVE LINE
a. testoni’s new proposal for the next fall-winter is a bolder line, camouflage-inspired, suitable both for for urban contexts and for the countryside. The derby shoe, the heavy-duty boot and the boot with grip-fast rubber sole are made of oiled calfskin in a particular rust color, which is intensified by the smooth upper with the simple cap toe.