Marine Serre primavera-estate 2023

La moda come community? È l’idea da sempre di Marine Serre che dalla primavera-estate 2023 sposta la sua sfilata co-ed nel calendario della moda maschile di Parigi. Intitolata “State of Soul”, per festeggiare i 6 anni dalla fondazione del marchio attento alla circolarità, non poteva non avere come passerella i 400 metri di un circuito di corsa a Vanves, a sud della capitale francese, percorso da una collezione di sportswear responsabile suddiviso in sezioni che, complessivamente, rappresentano tutti i codici estetici, talmente riconoscibili da essere diventati, ormai, iconici. Nella parata che ricorda una cerimonia di apertura olimpica, sono presenti, allora, costumi da bagno realizzati in fibre riciclate e segnati dall’immancabile mezza luna, signature dagli esordi, che diventa monogram sui body e sulle tute in jersey accanto a giacche, camicie, t-shirt, canotte, top, pantaloni con la coulisse, shorts, completi, tailleur e abiti bustier che alternano spugna e moiré mélange a patchwork grafici in jeans, talvolta, borchiati e pelle, foulard in seta, federe in cotone e frammenti in pizzo. Accappatoi e asciugamani stretti sensualmente in vita completano un’immagine accessoriata da sneakers, stivali coordinati, gioielli anch’essi riciclati e un’unica borsa che non poteva, indubbiamente, avere un’altra forma. Prosegue la riflessione eco-futurista della designer che punta su una visione che ha come obiettivo quello di suggerire nuove strategie di consumo. Tema più che mai attuale che non può disgiungersi dalla vita reale. Quella formata da individui consapevoli e desiderosi di un sano (ri)avvicinamento alla natura. Benessere del corpo e dello spirito. Per provare a cambiare il mondo da qualche parte bisognerà pur iniziare.

Daniele S.

Back to top