VTMNTS autunno-inverno 2022-2023

Come si può ridefinire il concetto di lusso per rivolgerlo alle nuove generazioni, i consumatori del futuro? Con un progetto inedito, secondo Guram Gvasalia, che debutta con VTMNTS. Se, inizialmente, si poteva pensare che la linea sarebbe andata a sostituire Vetements, il marchio fondato insieme al fratello Demna nel 2014 e che, al momento, presenta digitalmente, è chiaro, invece, che il loro sviluppo sarà indipendente. Dopo il lancio della primavera-estate 2022 lo scorso luglio, adesso, l’autunno-inverno 2022-2023 sfila fisicamente negli spazi di un ex Monoprix in boulevard Raspail. In passerella, si susseguono velocemente completi formati da giacche sartoriali dalle spalle esagerate e pantaloni zippati sul fondo, anche in pelle, quando non sono stampati con cieli nuvolosi che, stando al designer georgiano, riprodurrebbero quelli di un puzzle dello Schloss Neuschwanstein, il castello fiabesco di Ludovico II di Baviera a Schwangau, in Algovia, da abbinare a dolcevita logati con il codice a barre che, talvolta, risultano croppati come i piumini, cappotti sovrapposti, montoni rovesciati, varsity jacket, tute con le bande laterali a contrasto e jeans, materiale usato analogamente per giubbotti e camicie. Tra gli accessori, stivali dalla punta squadrata. In chiusura, un’unica felpa di Eminem (?) con la scritta “Remember Me!” sulle maniche. Rappresenterebbe, forse, un invito? Sicuramente, rimane ancora la curiosità di scoprire quali saranno le novità successive. Da segnalare, a questo proposito, l’underwear che, spesso, emerge a ricordare che sarà svelato presto, magari, seguendo quell’attenta pianificazione che, apparentemente, contraddistingue il marchio. Per ora, l’idea di una collezione, nelle intenzioni, non binaria che ruota intorno ai capi iconici del guardaroba maschile sembra essere promettente.

Daniele S.

Back to top