Hermès autunno-inverno 2022-2023

Leggero o sofisticato? Se la seconda caratteristica, da sempre, appartiene all’uomo Hermès per l’autunno-inverno 2022-2023 Véronique Nichanian punta a introdurre anche la prima, soprattutto, considerando che, finalmente, torna a sfilare fisicamente, all’interno di Le Moblier National, luogo dove il Ministero della Cultura costruisce e conserva gli arredi dei propri palazzi istituzionali. Come, per esempio, gli arazzi sui muri. Accanto agli originali, Cyril Teste, che, ancora una volta, ha curato la mise-en-scène, ha accostato alcune riproduzioni digitali che, progressivamente, sbiadivano e si trasformavano in fantasie astratte. Tutto scorre, compreso il tempo che accompagna il cambiamento, ma immutata rimane l’eleganza, costruita sull’artigianalità, raffinata e, allo stesso tempo, trasfigurata nella pacata eccentricità di parka che hanno una fodera rimovibile in mongolia, bomber in coccodrillo o in tela tecnica sporcata opportunamente per tracciare grafiche dai contorni indefiniti, completi sartoriali estremamente rigorosi a eccezione degl’inserti a contrasto materico, dolcevita e cardigan dai disegni geometrici, bluse in popeline con un colletto che diventa una sciarpa, quando non sono già presenti quelle stampate più tradizionali in seta e cashmere, camicie incernierate come i pantaloni in pelle che si alternano a quelli in lana da risvoltare sul fondo. Un lusso raffinato e rassicurante, incredibilmente contemporaneo, declinato sull’ossimoro formale-informale che contagia gli accessori, fondamentali protagonisti dell’offerta, tra i quali spiccano chelsea boots, Birkin ingigantite che diventano “Rock” grazie a una Chaîne d’Ancre che finisce in un tascone funzionale applicato vicino e parzialmente sovrapposto da un altro semiovale chiuso da una zip. Le maglie della catena di ancoraggio che nel 1938 ispirarono Robert Dumas si coniugano, adesso, in spille dall’animo industriale che giocano con i pendenti dal motivo equestre. Quando l’ordinario può diventare straordinario!

Daniele S.

Back to top