Missoni autunno-inverno 2021-2022

Cosa resterà di quest’anno? Certamente, il cambiamento! Come da Missoni che per l’autunno-inverno 2021-2022 ha come obiettivo, quello che non tutti hanno perseguito malgrado le intenzioni, di limitare “l’estensione della collezione, analizzando meglio l’assortimento”. Se Angela Missoni, al timone creativo della griffe di Sumirago dal 1997, ha sempre immaginato le sue proposte per essere senza tempo, il concetto si rafforza ulteriormente con questa collezione, presentata digitalmente a causa dell’emergenza sanitaria, per le 4 stagioni che trova il suo elemento unificante nel comfort, parola chiave diventata, ormai, irrinunciabile. Nel video “Look Right Through Me”, diretto da Lorenzo Gironi all’interno del Forum di Assago, accosta le creazioni con quelle realizzate per la scorsa primavera-estate che aveva deciso di non svelare lo scorso settembre bensì con una serie di appuntamenti. In occasione della fashion week, infatti, aveva preferito spingere sull’autunno-inverno 2020-2021 mostrando il backstage della campagna pubblicitaria ambientata a Varese che aveva come protagonisti Vittoria Ceretti e Edoardo Sebastianelli. Knitwear e sportswear si combinano, come da tradizione dell’etichetta fondata da Rosita e Ottavio Missoni, nel centenario della sua nascita avvenuta il giorno 11 febbraio 1921 a Ragusa di Dalmazia, oggi Dubrovnik e a cui sarà dedicata una linea sportiva entro l’anno, per dar vita a un leisurewear che prende la forma di cappotti, mantelle-poncho, cardigan, maglie che sembrano felpe con coulisse arricchite da dettagli gioiello in resina, t-shirt dress, joggers e ciclisti in lana o cashmere da abbinare a giubbotti e pantaloni che somigliano a tute, ma in pelle. E se si tornerà auspicabilmente a uscire senza alcun coprifuoco, abiti plissé in filati di paillette e pigiami over in lurex con bomber coordinati. Completano l’insieme, stivali in camoscio al ginocchio e sneakers con le suole running d’ispirazione hiking. Un guardaroba per una donna dinamica che non rincorre le tendenze. Anche questa, a suo modo, è sostenibilità tradotta dalla stilista attraverso la libertà di aggiornare il lessico dello stile Missoni con capi che non perdano il loro valore nel tempo. Un messaggio di rinascita?

Daniele S.

Back to top