VETEMENTS autunno-inverno 2021-2022

F**ck the past? È, certamente, giunto il momento della svolta per VETEMENTS dopo una stagione d’assenza. E per il ritorno sceglie un format irriverente: se gli altri marchi pubblicano un video digitale che possa, in qualche modo, sostituire l’evento fisico impossibile da effettuarsi in tempi d’emergenza sanitaria, Guram Gvasalia, adesso, solo a capo del collettivo da quando il fratello Demna ha lasciato per dedicarsi completamente alla direzione creativa di Balenciaga, propone un lookbook co-ed per l’autunno-inverno 2021-2022, la collezione più grande di sempre: 165 look la cui narrazione estetica volutamente sovversiva, però, poco si discosta dal passato. Inferno, purgatorio e paradiso. Una successione quasi sprezzante di (auto)citazioni (per non dire di Margiela-esca memoria) tra trench in vinile, cappotti lunghi come se fossero composti da diverse giacche riciclate, bomber, felpe e t-shirt dalle spalle rinforzate, completi sartoriali ingigantiti o croppati, dolcevita trasparenti o macchiati (secondo il designer, per fare riferimento allo spray che gli agenti sparavano contro i manifestanti a Hong Kong), camicie piene di bandiere o dagli effetti marmorizzati, jeans strappati o che sembrano avvolti di filo spinato, pantaloni della tuta o da motociclista in pelle, abiti sottoveste dalla fantasia floreale o pitonata, pieni di ruche o bordati di pizzo, stivali a calza e occhiali da sole sovrapposti. Non mancano le scritte provocatorie e dissacranti, talvolta con font gotiche, “Think while it’s still legal”, “Vetements Adult Entertainment Has Issued This Product With the Following Rating: R Restricted Persons Under 18 are not Permitted to View Purchase or Wear This Product”, “Information is not knowledge. Knowledge is not wisdom. Wisdom is not truth. Truth is not beauty. Beauty is not love. Love is not us. Us is VETEMENTS.”, “Fashion is my profession”, “J’adore hardcore”, “Haute couture Vetements Paris Limited Edition 00336”, “VTM Sport Service Hyper Speed”, “Power. Vetements Sports”, “Race: Human, Birthplace: Earth, Politics: Freedom, Religion: Love”, “Please do not touch”, “If today is the worst day of your life, you know tomorrow will be better.”, “We are the future. Make sure we have one”, “Liberté. Égalité. Fraternité We are the people”, “Adrenaline”, “I like long walks and sex before marriage”, “Vetements Worldwide Trademark 666% Xtreme Quality Hardcore Couture 21st century”, “Committed to excellence Cutest of the Fruits”, “Hello my name is VETEMENTS”, “If you were Waiting for A sign THIS IS IT”, “Gvasalia for Vetements” e “I like fairytales and financial stability”. C’è ancora bisogno di un guardaroba streetwear per rompere con le convenzioni?

Daniele S.

Back to top