Balenciaga pre-collezione 2021

La sostenibilità diventerà una realtà? Se l’auspicio accomuna tutti, Demna Gvasalia comunica che per la pre-collezione 2021, in prevalenza unisex, di Balenciaga il 93,5% dei materiali sono certificati organici, riciclati o recuperati. Un impegno preciso per diminuire l’impatto sull’ambiente dei capi svelati, attraverso un format digitale, con “Sunglasses at Night”, il video girato da Walter Stern. Ancora una volta, diventano coraggiosamente un manifesto stilistico di una bellezza radicale e anticonformista, ma, allo stesso tempo, pratica e contemporanea, la funzione primaria del vestire. Guardando sempre alle sottoculture parigine, va in scena per le strade della Ville Lumière una generazione controcorrente, insofferente alle regole, che, insieme a un’infinità di occhiali da sole che sembrano difenderla da una spaventosa quotidianità, indossa un’uniforme metropolitana fatta di piumini over multicolor, cappotti consumati, giubbotti composti da tomaie di anfibi ricucite, dolcevita che sembrano avere le mascherine incorporate, maglioni sdruciti, felpe sproporzionate con il cappuccio o piene di buchi, anche con la scritta Paris Fashion Week, in omaggio a una kermesse mai così controversa, camicie botton-down a quadretti o dal taglio pigiama, pantaloni della tuta o con i tasconi e jeans a vita alta, tagliati a vivo alla caviglia o smontati per ottenere effetti trompe-l’œil. Tra gli accessori, le nuove sneakers chiamate X-Pander con una suola ammortizzata sul tallone o le pantofole che sembrano quelle degli hotel, logate Balenciaga Hotels and Resorts. Da notare, infine, l’abito a rete ispirato ai modelli couture di Cristóbal Balenciaga che diventa eco perché realizzato con le catene dei canestri da basket. Un approccio “do less and do it better” controcorrente come la distruzione creativa con la quale, stravolgendo esageratamente l’esistente, ha nobilitato la normalità riempiendola di nuovi significati per renderla desiderabile. Così, in linea con la tendenza dell’allontanamento dal rito della stagionalità dei marchi di Kering, in discontinuità con gli altri, Balenciaga, adesso, presenterà la primavera-estate 2021 il prossimo dicembre. Rimandato, infine, il debutto della haute couture, già spostato a gennaio, in programma il prossimo luglio con l’obiettivo di limitare l’appuntamento a una sola volta all’anno e includendo anche proposte maschili.

Daniele S.

Back to top