Fendi autunno-inverno 2019-2020

Quale sarà il futuro di Fendi? La collezione per l’autunno-inverno 2019-2020, la sua ultima creata per la maison romana, rende omaggio a Karl Lagerfeld, recentemente scomparso a 85 anni (forse!), al suo stile e al suo legame con Fendi durato 54 anni di cui, insieme alla famiglia fondatrice, ha plasmato la storia e l’evoluzione stilistica. A partire dal logo Karligraphy, ideato nel 1981, presente ovunque, intarsiato sulle pellicce, sui dolcevita, su calze e calzini. Ma anche i grandi fiocchi, che amava tanto il couturier tedesco, si ritrovano in foulard annodati al collo su camicie abbottonate fino ai colletti appuntiti o sul retro di cappotti sartoriali dalla silhouette a pagoda, percorsi da zip che li rendono trasformisti, o sugli abiti in tulle anni ’40. Giochi di effetti trompe-l’œil, di sovrapposizioni o di trasparenze che creano geometrie a diamante coinvolgono, rispettivamente, giacche e pantaloni maschili, camicioni in pelle tagliata al laser o completi a rete e gonne plissettate o a portafoglio con pieghe a cannoncino da portare su alti stivali a punta di vernice, neoprene e maglia. Non mancano gli accessori tra i quali spiccano la Baguette che, dopo essere stata inserita nell’ultima sfilata maschile, è diventata oggetto di un’operazione di rilancio e viene proposta, anch’essa, in vernice da portare come un marsupio o protettivamente ingabbiata, la Metal Frame Tote in pelle di vitello lucida o con strisce, la Pequin in montone che si piega e diventa una clutch e la Peekaboo che riprende le tecniche d’intaglio dei capi. Sul finale, le emozioni si rincorrono di fronte a un video in cui Loic Prigent chiede a Lagerfeld di disegnare se stesso quando arrivò nella capitale italiana a lavorare per la griffe, all’epoca, capitanata dal quintetto di sorelle (Anna è la madre di Silvia Venturini Fendi) e, adesso, nell’orbita di LVMH. E ora? Chi raccoglierà l’eredità creativa? Se per Chanel è già stata ufficializzata la promozione di Virginie Viard, in questo caso, nessuna decisione è stata ancora presa. Sicuramente, Silvia Venturini Fendi, alla guida di tutte le linee, sarebbe la scelta più naturale.

Daniele S.

Back to top