È più importante il passato o il futuro nella moda? Donatella Versace, per l’autunno-inverno 2018-2019, sceglie i saloni della Società del Giardino, dove la maison aveva già sfilato nel 1985 (lo ricorda anche la Medusa sul marmo del pavimento di una delle sale) per ritrovare, ancora una volta dopo l’apprezzatissima primavera-estate 2018, il dna di Versace. La stilista riprende i dettagli della linea Versace Home per costruire una collezione dove maschile e femminile sono in continuo dialogo: così, i bomber imbottiti e impunturati diventano giganti e, insieme alle borse, sembrano dei cuscini, gli zaini delle tende e i capispalla degli accappatoi. I completi e le camicie in velluto stampati con i motivi iconici Amore & Psiche, Sipario e Giaguaro, presente anche sui poncho antipioggia, si abbinano a pantaloni in vinile volutamente corti per mostrare il calzettone sportivo come le lunghe sciarpe logate e sfrangiate da tifoso e alle nuove sneakers dall’alta suola in gomma. Accanto ai tessuti animalier convivono i patchwork di tartan presenti su giubbotti e camicie per lui o giacche e minikilt per lei dall’aria ricercatamente punk. La stilista, per le celebrazioni del 40esimo anniversario, fa finalmente pace con l’eredità del fratello Gianni proponendo ai Millennials, la nuova fascia di consumatori che tutti inseguono, un immaginario che malgrado appartenga alla storia, mai come ora, riesce ad attraversare trasversalmente il tempo e ad apparire prepotentemente attuale. Soprattutto per loro che non l’hanno vissuta. Attesissima, d’altra parte, sembra essere anche la prima puntata di American Crime Story-The Assassination of Gianni Versace, tratto da Vulgar Favours di Maureen Orth che sarà trasmessa in Italia da Foxcrime il 19 gennaio, da cui i membri della famiglia hanno preso le distanze. Il ritorno al successo passerà attraverso la valorizzazione dei codici dell’etichetta? Guardare al passato in relazione al futuro potrebbe essere, dopo tutto, una tattica vincente: il primo risulterà sempre imbattibilmente più rassicurante.

Foto/photos: Luca Tombolini / Indigital.tv

 

3 Responses to Versace autunno-inverno 2018-2019 / Versace fall-winter 2018-2019

  1. fendissima says:

    Storicamente moderna.

  2. Annalisa says:

    La riscoperta dell’archivio di Gianni Versace fa bene per la seconda volta a Donatella. Resa moderna e intrigante del passato.

  3. Matteo says:

    Una delle collezioni migliori a Milano.