La moda può diventare un’ossessione? Sicuramente, quando viene spiegata con poche parole. Abitudine di Rei Kawakubo che, dalla fondazione di Comme des Garçons nel 1979, non ne ha mai usate in abbondanza. “The future of silhouette” sono quelle che descrivono la collezione che, almeno nominalmente, dovrebbe riferirsi alla stagione autunno-inverno 2017-2018, in passerella a Parigi. Quelle dalla quale parte questa pensatrice ribelle per scardinare dalle fondamenta, come ha sempre fatto, le logiche che regolano il fashion system. I 18 abiti scultura che sfilano in una cornice tutta rosa creano una superba riflessione sul corpo femminile, dalla Venere di Milo alla Donna di Willendorf. Tutto è ingigantito e distorto, quasi a diventare un’ossessiva astrazione dell’architettura umana. I volti sono cancellati all’interno di queste armature fatte ugualmente di pizzo couture, di lana infeltrita, di pelle martellata o di carta da pacchi. Starà, per caso, a indicare che è rimasto solo un gradino a separare la base dal vertice della piramide della moda? Forse! Ma anche per evidenziare, con questo surreale racconto, come, nella società in cui l’unico elemento importante sembra essere la velocità dei social media, degli abiti sia rimasto solo il contorno, quello che da lontano consente di distinguere appena un cappotto da una giacca, un pantalone da una gonna. Sempre che sia ancora importante. Di prodotto, nel senso più letterale del termine, rimangono le sneaker, nate dalla partnership con Nike, quell’accessorio che sostiene gran parte delle maison. Rimane da chiedersi: quanto la creazione è importante? La stilista giapponese, che nel 1983 ha aperto su Wooster Street il suo primo negozio a New York su progetto di Takao Kawasaki, dove la merce non era praticamente esposta, come può immaginare oggi il futuro? Nell’impasse imperante, non rimane che abbattere le mura della rassicurazione e rischiare.

Foto/photos: Kim Weston Arnold / Indigital.tv

 

2 Responses to Comme des Garçons autunno-inverno 2017-2018 / Comme des Garçons fall-winter 2017-2018

  1. Annalisa says:

    Una delle più belle collezioni di Rei Kawakubo degli ultimi anni.

  2. Salvatore says:

    Meravigliosa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current month ye@r day *