Milano guarda indietro, Parigi guarda avanti: la forza della donna milanese riscoperta nella propria femminilità, la forza della donna parigina cercata non nella sua mascolinizzazione quanto nell’abbattimento dell’identità di genere. Secondo esordio degno di nota nella capitale francese, quello di Bouchra Jarrar per Lanvin. Sulla passerella, allestita nell’opulento scenario del Hôtel de Ville, va in scena un’eleganza senza compromessi, già prevedibile dalla pre-collezione, la sua prima vera prova. Un taglio con la precedente direzione creativa, quella di Alber Elbaz, ma un ritorno alle radici, filtrate dall’estetica riconoscibilissima della stilista presente, fino alla scorsa stagione, nel calendario della haute couture con il marchio che porta il suo nome che ha deciso di abbandonare dopo la nomina alla guida della celebre griffe. Lusso allo stato puro negli abiti leggeri e a tratti sexy, nelle fantasie floreali, nelle elaborate decorazioni, nel nero o navy scurissimo unito al bianco o all’oro intervallato da pochi ma decisi tocchi di colore, nell’audacia della gioielleria fino ad arrivare a un gusto sartoriale al maschile (nessuno nota qualche eco a Haider Ackermann?) che contribuisce ancora di più a esaltare la sensualità femminile. Chi più di Parigi è nota per questo? Come non immaginare, per esempio, Léa Seydoux che indossa uno di questi capi? La sfida che si trovano ad affrontare adesso le maison storiche, quelle che hanno attraversato i secoli, è di sapersi reinventare partendo dalla propria identità. Quante hanno un passato talmente glorioso e una cifra stilistica senza tempo da riuscire a essere ancora contemporanee? Bouchra Jarrar ha confermato che Lanvin è decisamente tra esse.

Foto/photos: Kim Weston Arnold / Indigital.tv

 

4 Responses to Lanvin primavera-estate 2017 / Lanvin spring-summer 2017

  1. fendissima says:

    Lussuosamente semplice.

  2. Salvatore says:

    Ottimo debutto anche se questo nuovo stile dovrà convincere la vecchia clientela di Alber Elbaz.

  3. Annalisa says:

    Interessante fusione dei codici di Bouchra Jarrar con l’heritage di Lanvin. Ora bisogna attendere il riscontro commerciale. Interessante la priorità sui look da giorno.

  4. giulia says:

    Il meglio di Bouchra Jarrar. Una nuova dimensione per Lanvin.