Quarta e ultima configurazione per l’edificio rotante di Seoul: in programma l’esposizione di nuove opere e idee a cura di 130 studenti di tredici discipline diverse provenienti da dieci università coreane sul tema della trasformazione.

Il 29 settembre si è tenuta l’ultima rotazione e riconfigurazione del Prada Transformer che ha dato inizio alla fase finale del ciclo di trasformazioni della struttura: “The Student Takeover”, questo il titolo della mostra conclusiva di Prada Transformer, presentata a Seoul il 30 settembre. Il service block del Transformer è diventato un ateneo: un laboratorio per 130 studenti di tredici discipline diverse, tra cui architettura, arte, graphic design e moda, provenienti da dieci prestigiose università coreane che hanno preparato, nell’arco di tre settimane, la mostra che ha costituito l’evento di chiusura. Un’esperienza assolutamente unica che ha dato loro l’opportunità di lavorare sotto la direzione di Alexander Reichert, architetto dello studio OMA e progettista di Prada Transformer, mettendo a punto il proprio lavoro per una mostra senza precedenti dedicata all’arte e al design innovativo che ha l’obiettivo di individuare e puntare l’attenzione globale sui migliori talenti giovani e creativi della capitale sudcoreana.
Le loro opere hanno esplorato tutti gli aspetti sul tema della trasformazione. Gli studenti hanno in parte contribuito a rimuovere la membrana di Prada Transformer, riciclando e trasformando il materiale per i loro progetti sperimentali. Giorno dopo giorno, i ragazzi hanno cominciato a rivendicare la proprietà dell’edificio, occupando lo spazio e allestendo una mostra panoramica con 126 pannelli che descrivevano le loro idee.
Dopo una serie di manifestazioni di alto profilo accolti con grande entusiasmo, tra cui una mostra di moda, una rassegna cinematografica e un’installazione di arte contemporanea, il Prada Transformer ha scelto di impegnarsi con la città di Seoul che lo ha ospitato divenendo uno spazio aperto al dialogo e all’approfondimento e invitando gli studenti a comunicare le proprie idee innovative in totale libertà e a riflettere sul futuro dell’arte, del design e della società in generale.
La mostra sarà la cornice ideale in cui si terranno eventi speciali tra cui una tavola rotonda sul futuro dell’industria creativa, performance di danza e musica d’avanguardia, presentazioni creative di “Pecha Kucha con gli studenti” e, infine, un party con tutti i partecipanti.
Gli studenti hanno rielaborato ogni aspetto del Prada Transformer, dalla sua identità grafica, ridisegnando volantini, spille e t-shirt, all’architettura, che verrà ridipinta, tappezzata, ricoperta di graffiti e, quindi, demolita per creare una nuova spazialità in grado di accogliere i contenuti prodotti dagli studenti.
Situato accanto al cinquecentesco Gyeonghui Palace, Prada Transformer giustappone, in forte contrasto, uno spazio multidimensionale, espressione del XXI secolo, alla storia, alla tradizione e alle radici coreane.
Dopo Seoul, al momento, per il Prada Transformer si parla di Milano, Parigi, Istanbul e Roma.
Prada desidera inoltre ringraziare gli sponsor del progetto per il loro sostegno: Prada Transformer è stato realizzato con il sostegno di LG Electronics, Hyundai Motor Company e Red Resource Inc., in collaborazione con il Governo Metropolitano di Seoul e il Visit Korea Committee.

 

Comments are closed.