Come rinnovare il guardaroba? John Galliano suggerisce per l’autunno-inverno 2018-2019 di Maison Margiela di andare controcorrente (come potrebbe essere altrimenti per lo stilista di Gibilterra?) attraverso il “dressing in reverse”, come si legge nelle note della sfilata. Nell’attuale sovversione delle regole, vestirsi al contrario potrebbe essere, dunque, una formula, non ancora sufficientemente utilizzata, utile a sottolineare il fatto che per innovare non è importante solo cosa, ma anche come. Una nuova frontiera da superare indossando un trench sotto un abito o un maglione sopra un blazer, il cappotto in nylon sotto il giubbotto in pelle décortiqué o il parka sopra alla giacca. Non solo: in un’ottica di nobilitazione degli object trouvé attraverso la loro decostruzione, capi incompiuti possono completarsi come una maglia con una gonna trasparente o la manica di un bomber dai volumi amplificati con un caban di gabardine. E se la sperimentazione della haute couture non dev’essere orientata alla vendita, ma un laboratorio in grado di fornire spunti da elaborare successivamente nella produzione del prêt-à-porter, Galliano riprende alcune intuizioni della collezione Artisanal di gennaio: i completi si ricoprono di bagliori metallici grazie a tessuti riflettenti sensibili ai flash delle fotocamere e le cappe in plexi conferiscono tridimensionalità alle sottovesti sfrangiate. Non passano inosservate le scarpe, le SMS (Security Margiela Sneakers) anch’esse già viste nell’Artisanal, le borse, la Glam Slam a nuvola, o i gioielli che diventano gadget tecnologici, come gli auricolari. La novità sta nell’effetto? In parte. Lo sviluppo tecnologico del marchio del gruppo Otb-Only the brave di Renzo Rosso, però, vuol’essere un incoraggiamento alla trasformazione che non dev’essere soltanto estetica, ma anche sociale: nella complessità del presente, la rappresentazione della vita quotidiana, costantemente modificata da filtri, è soggetta alla confusione tra naturale e artificiale che ne modifica, inevitabilmente, la percezione. Perché, allora, non prendere spunto da questa nuova realtà per costruire una nuova identità? Non fosse altro che per proteggersi.

Foto/photos: Kim Weston Arnold / Indigital.tv

 

One Response to Maison Margiela autunno-inverno 2018-2019 / Maison Margiela fall-winter 2018-2019

  1. Andrea says:

    Gli spunti sono interessanti ma le collezioni di Galliano iniziano un po’ a essere ripetitive.