La prima collezione disegnata da Paulo Melim Andersson debutterà con la primavera-estate 2014.

The first collection designed by Paulo Melim Andersson will debut with spring-summer 2014.

Si è conclusa consensualmente la collaborazione tra Genny e Gabriele Colangelo iniziata due anni fa con la primavera-estate 2012. La collezione autunno-inverno 2013-2014, presentata lo scorso febbraio durante Milano Moda Donna, sarà dunque l’ultima firmata dal designer 38enne chiamato nell’agosto 2011 per occuparsi del rilancio del brand, nato nel 1962, che fa capo alla Swinger International di Verona dopo che la famiglia Facchini l’ha acquistato dal gruppo Prada nel 2011.
“Ringraziamo Gabriele Colangelo – fanno sapere dalla griffe – per il contributo portato e al contempo gli auguriamo ogni successo per le future sfide professionali”.
Per il momento, non è ancora stato comunicato il nome del nuovo stilista di Genny anche se tra i possibili candidati circola il nome di Francesco Scognamiglio. Gabriele Colangelo, invece, si concentrerà sullo sviluppo dell’etichetta che porta il suo nome, fondata nel 2008, ma anche di Borbonese, di cui è direttore creativo.

Paulo Melim Andersson, invece, è il nuovo direttore creativo di Cangiari. Nato come marchio di riscatto per le persone svantaggiate o oppresse dalla mafia locale, Cangiari in vernacolo calabrese significa cambiare, si appoggia su una filiera di produzione rigorosamente made in Italy e impiega esclusivamente materiali e colorazioni bio. I capi dell’etichetta di moda eco ethic sono rifiniti con criteri sartoriali nei laboratori della Locride, in provincia di Reggio Calabria, attivati dal Gruppo Goel, con tessuti realizzati al telaio a mano dalle donne delle cooperative sociali, che in Calabria hanno ridato vita alla tradizione della tessitura artigianale.
In quest’ottica che caratterizza la comunità creativa di Cangiari s’inserisce la scelta del designer di origine svedese, laureato alla Central Saint Martins, che ha lavorato per il team di Martin Margiela, per Chloé dove è stato direttore creativo e per Marni ricoprendo il ruolo di design director.
“Il marchio realizza l’eccellenza attraverso la valorizzazione dell’artigianalità – ha dichiarato Paulo Melim Andersson – e il mio obiettivo è unire il linguaggio del design contemporaneo con il know-how della tradizione locale in un prodotto sofisticato, ma fruibile, destinato a un target che ama l’esclusività ma si riconosce nell’etica”.
“Dietro Cangiari – ha aggiunto Vincenzo Linarello, presidente del Gruppo Cooperativo Goel – c’è una storia di dignità, c’è un territorio che cerca il proprio riscatto con l’etica del lavoro e nel rispetto dell’ambiente. Paulo aiuterà la comunità a rappresentare stilisticamente la nostra forte identità”.
La prima collezione è attesa per la primavera-estate 2014.

ENGLISH VERSION

The collaboration between Genny and Gabriele Colangelo, which had begun two years ago with the spring-summer 2012 collection, has consensually come to a conclusion. Thus the fall-winter 2013-2014 collection, presented last February during Milano Moda Donna, was the last designed by the 38-year-old designer who in August 2011 was asked to take on the the task of relaunching the brand, which was founded in 1962 and now belongs to Swinger International from Verona, after the Facchini family bought it from Prada Group in 2011.
“We thank Gabriele Colangelo – the fashion house said in a statement – for his contribution and at the same time we wish him all the best for his future professional challenges.”
The name of the successor has not been revealed yet, although Francesco Scognamiglio might be one of the candidates. Gabriele Colangelo, instead, will focus on the development of his eponymous label, founded in 2008, as well as of Borbonese, of which he is the creative director.

In the meantime, Paulo Melim Andersson was appointed new creative director of Cangiari. Founded as a brand for the redemption of people who are disadvantaged or oppressed by the local Mafia, “Cangiari”, in the dialect of Calabria, means “to change”. The production chain is rigorously Made In Italy and all the materials and colors used are organic. The pieces of clothing of the eco-ethic label are sartorially produced in workshops located in the area of Locri (in the province of Reggio Calabria). These workshops have been activated by the Goel Group and use fabrics woven by women of social cooperatives, who in Calabria have revived the tradition of handcrafted weaving.
The appointment of the Swedish-born designer is part of this philosophy which characterises Cangiari’s creative community. Andersson graduated at Central Saint Martins College of Arts and Design, and then worked in Martin Margiela’s team, for Chloé – where he was creative director – and for Marni, where he was the design director.
“The brand produces excellence through a valorization of craftmanship – said Paulo Melim Andersson – and my objective is to combine the language of contemporary design with the know-how dof local tradition, in order to create a product which is sophisticated but wearable, aimed at people who love exclusivity but recognise ethics.”
“Behind Cangiari – added Vincenzo Linarello, President of the Goel Cooperative Group – there’s a history of dignity, there’s a territory that seeks for redemption through the ethics of work and the respect of the environment. Paulo will give his contribution by stylistically representing our strong identity.”
The first collection is due for spring-summer 2014.

 

Comments are closed.