L’esordio, provvisoriamente fissato per gennaio, avverrà il prossimo “giugno o luglio”. Diego Della Valle, a cui fa capo il marchio, sta ancora cercando un direttore creativo.

The first show, tentatively planned for January, will be next “June or July.” Diego Della Valle, who owns the brand, is still looking for a creative director.

In queste ultime settimane ci sono stati nuovi arrivi, come quello di Natalie Ratabesi che sarà il nuovo direttore creativo di Philosophy di Alberta Ferretti il cui debutto è stato fissato il prossimo febbraio a New York con la collezione autunno-inverno 2013-2014, ma anche separazioni, come quella di Mathilde Castello Branco da Azzaro dopo poco più di un anno.
La nomina del direttore creativo della maison Schiaparelli, che, dal 2006, fa capo al Gruppo Della Valle, attesa per lo scorso settembre, dopo la riapertura dello storico atelier al 21 di place Vendôme avvenuto lo scorso luglio nei giorni dedicati alla haute couture parigina, è stata rimandata. Posticipato, quindi, anche lo show che segnerà il rilancio ufficiale del brand che porta il nome della stilista scomparsa nel 1973, previsto inizialmente per gennaio 2013 e ora slittato al prossimo “giugno o luglio”. Diego Della Valle, infatti, starebbe ancora scegliendo uno stilista all’altezza del progetto.
“Speriamo presto”, fanno sapere dal marchio senza aggiungere ulteriori dettagli. Intanto, si era parlato di John Galliano, ipotesi subito smentita dal ceo di Tod’s Spa. Tra gli altri, figurava, invece, Rodolfo Paglialunga che, a sorpresa, ha lasciato Vionnet, altra etichetta storica rilanciata da un gruppo di imprenditori italiani tra cui Matteo Marzotto, senza un vero motivo apparente, il designer americano Derek Lam che, dopo sei anni alla guida stilistica di Tod’s, ha interrotto la collaborazione con la griffe ammiraglia della società marchigiana che controlla anche Hogan, Fay e Roger Vivier, si diceva per concentrarsi sulle sue linee, Jean Paul Gaultier e Alessandra Facchinetti, unico nome femminile finora.
Chi potrebbe essere? E, soprattutto, bisognerà aspettare a lungo come è avvenuto in precedenza da Dior?

 

Comments are closed.