Dedicata all’India, la nuova collezione primavera-estate 2012 di Sergio Zambon si compone di capi dalle linee leggere, caratterizzati da nuance calde e fantasie geometriche. L’India immaginata dal designer è filtrata da una visione occidentale e si rivela in un insieme di elementi psichedelici anni Settanta che si condensa in un gioco di grafismi: pois dégradé, ramage e dettagli orientali.
Le forme femminili e moderniste si ispirano ad una vera ladylike con mini cocktail dress, tute e petit manteau. I materiali sperimentano nuove texture e lavorazioni contemporanee come la nastratura per il double in cotone e lino. Applicazioni in Swarovski Elements, motivi decorati e ricami, nappine in seta arricchiscono lo stile minimalista creando effetti suggestivi, il collo è bordato e ricorda le collane di fiori dei tipici matrimoni indiani. I colori neutral-ground bilanciano la collezione di una essenziale neutralità: bianco burro, sfumature dell’arancio, geranio, vermiglio, giallo ocra, kaki e palette dei toni coloniali, illuminati da un inaspettato tocco argento.
Sergio Zambon sceglie di presentare la sua collezione, con la collaborazione di Swarovski Elements, all’insegna della visual art con un allestimento sperimentale corredato dalle proiezioni combinate di Rick Silva. L’eleganza modernista sixty si tinge di psichedelia arty nel video che mixa l’Enfer di Clouzot di John Whitney e Rafael Rozandaal.

 

Comments are closed.