Paesi assolati, caldi, esotici, sensuali. La Spagna e il New Mexico, il sud dell’Arizona e Santa Fe. Su questa nuova mappa, la giacca dell’abito da torero, quella dell’elaborato e sexy traje de luz, si trasforma in una mini cappa che non perde la sua identità anche quando viene accoppiata a uno short. E che con la stessa facilità, diventa un giubbotto “chiodo”.
Il poncho navajo si scompone in frange di perline, che ricoprono interamente una gonna cortissima o decorano le spalle di un delicato soprabito nero, trasferisce i suoi disegni sul ricamo, applicato e lavorato con il tripolino che mima un pizzo macramé o si mimetizza nel patchwork di seta e pizzo dei lunghi abiti a sottoveste. Le frange migrano ancora e si spostano sui lati di una tuta di crêpe de Chine o su un abito di suède.
È un gioco della fantasia che mescola luoghi e forme, quello raccontato dalla collezione, perfino quando si riempie dei bagliori dell’oro, ricordo di pepite introvabili che qui sono le paillette bruciate che rivestono interamente un abito. Come sono i ricordi di una giacca di mariachi, quelli a cui riporta una gonna di pizzo, sdrammatizzata da ironici campanelli applicati.
La silhouette sottile dei pantaloni viene accostata a quella delle gonne che sembrano animate da un movimento basculante, grazie agli orli di crinolina.
E ancora oro sui cordoncini di scarpe a zeppa che avvolgono la gamba, nei bracciali laccati di nero all’esterno. Oro che emana caldi bagliori, non solo una sensazione, ma riflesso di una cultura di solarità: attraverso fiori con petali a forma di cuore e fiori tropicali dalle forme innaturali per gonne e abiti stampati.
Così come da Moschino non stride un chiodo di pelle che recita: “Make Up Not War”, la primavera-estate 2012, riesce con un’operazione ardita che cambia sensi e significati ai pezzi classici di un abbigliamento senza tempo.

Foto/photos: GoRunway.com

 

2 Responses to Moschino primavera-estate 2012 / Moschino spring-summer 2012

  1. Salvatore says:

    Sta diventando sempre uguale. Non vedo molta differenza rispetto alla scorsa primavera/estate.

  2. giulia says:

    Tra Moschino e Moschino Cheap and Chic non so quale scegliere. La carica esplosiva di questi marchi si sta notevolmente appiattendo.