“LVMH  non ha alcun interesse che Hermès sia destabilizzata”, ha detto il vicepresidente di LVMH Pierre Godé.

“It would make no sense for LVMH to destabilize Hermes”, LVMH vice chairman Pierre Godé said.

Dopo l’assemblea della fashion house di rue du Faubourg Saint-Honoré, si parla di una convivenza pacifica tra Hermès e LVMH, almeno a parole. Il vicepresidente del gigante del lusso che fa capo a Bernard Arnault, Pierre Godé, ha ribadito le intenzioni pacifiche del colosso francese.
“Il gruppo – ha dichiarato Godé – non ha alcuna intenzione di prendere il controllo della maison, che è in mano all’azionariato familiare e lo resterà a lungo”.
Inoltre, ha sottolineato che LVMH non ha alcuna intenzione di vendere la sua partecipazione ma non per questo vuole creare divisioni tra i familiari e impossessarsi del marchio fondato da Thierry Hermès nel 1837.
“I dirigenti di LVMH – ha concluso Godé – sono persone razionali e lucide. Dall’inizio abbiamo capito che non c’era la possibilità di controllare Hermès dato che la famiglia detiene il 70% dei diritti di voto. Quindi, LVMH  non ha alcun interesse che Hermès venga destabilizzata. Sarebbe folle da parte nostra. Più questa azienda prospera, più saremo felici di essere nel suo azionariato”.

 

One Response to Pace tra Hermès e LVMH? / Peace between Hermès and LVMH?

  1. fendissima says:

    Lvmh passa dal 20,2% al 21,4% in Hermès.