Inizi del Novecento. Un periodo straordinario per l’arte moderna russa, il tempo della ricerca di forme e di modalità espressive nuove, l’epoca del fiorire di nuove scuole artistiche: l’astrattismo di Vasilij Kandinskij, il suprematismo di Kazimir Malevič, il costruttivismo di Vladimir Tatlin sono le correnti artistiche che hanno regalato al mondo molti capolavori e ad Igor Chapurin l’ispirazione per questa collezione.
Il leitmotiv sono le forme scultoree e le soluzioni cromatiche contrastate. “Punti e linee” sono il metodo tradizionale dell’arte d’avanguardia della prima metà del Novecento che lo stilista trasforma nel principio di un equilibrio ideale di forma e colore. La purezza di una silhouette è combinata con la morbidezza delle linee e una mescolanza di texture. Abiti minimalisti sono accoppiati con giacche drappeggiate, gonne fluttuanti si accompagnano con tute. Un taglio complesso aiuta Igor Chapurin ad ottenere immagini laconiche ma stratificate.
Per questa collezione il designer ha scelto tessuti opachi e testurizzati decorati con paillette vintage, diverse sete, come crêpe marocchino, georgette, duchesse e taffeta, abbinati a combinazioni cromatiche emozionanti, sfumature di giallo, oro, una varietà di rossi sgargianti e di rosa sono mescolati con una serie di bianchi decisi.

 

One Response to Chapurin primavera-estate 2011 / Chapurin spring-summer 2011

  1. Matteo says:

    Interessanti le cinture e le linee di alcuni abiti.