Una donna anticonformista che reinventa il proprio stile sovvertendo le regole con un’originale combinazione di profumo anni Cinquanta e di potenza anni Ottanta: colori forti, dal geranio al giallo limone, dal turchese al bluette e materiali ricercati e camaleontici come la pelle guanto plissettata e ondulata nelle rouche di gonne e miniabiti vaporizzati da crinoline.
Le paillette, che al solo tocco di una carezza creano nuovi disegni e mutano magicamente il loro colore, originano divertenti e insoliti effetti camouflage come nel caso del chiodo black and white di matrice rock ma sono anche infilate random per smerlare le balze delle gonne o usate per orlare i macro fiori sangallo nei minidress bustier.
Non manca il tocco animalier nei compattissimi jacquard di maglia elasticizzata dai colori forti che danno consistenza a bustini, gonne e pantaloni biker. Immancabile la stampa, che vede in primo piano un cuore artisticamente fuso, mentre si chiama “Teddy Boy” la giacca di stagione che in rosso o fucsia, con dettagli total black, si accosta perfettamente a biker in denim e t-shirt con righe marinière illuminate da strass. Culotte da educanda in un insolito pizzo sangallo di maglia stretch, maliziosamente indossate, ingentiliscono queste donne irriverenti.
Per le notti d’estate, camicie bianche o blu denim portate su danzanti gonnelline d’organza colorata, irresistibili ankle boot di pizzo, borsine con manici in metallo e stringhe guêpière.

 

2 Responses to Angelo Marani primavera-estate 2011 / Angelo Marani Spring-Summer 2011

  1. Matteo says:

    Niente di nuovo.

  2. fendissima says:

    Un ottimo inizio. La grinta rock del colore che accomuna le sfilate milanesi queasta stagione.