L’anima creativa della linea ammiraglia del gruppo di Cavriago si dimette e pensa a una nuova linea.

The designer of the first line of the group from Cavriago resigns and thinks of a new line.

Le dimissioni dal gruppo che porta il suo nome sono state rassegnate ancora lo scorso giugno, con l’impegno a completare le collezioni donna primavera-estate 2011 che sono già state presentate alla forza vendita. Ora, secondo la ricostruzione contenuta nel volume Mariella Burani Fashion Group, storia di un crac, la stilista emiliana sarebbe intenzionata a riprendere il proprio percorso da sola fondando una nuova etichetta con il suo cognome, Mariella Arduini.
Nulla di certo, intanto, sulle sorti della società di Cavriago in amministrazione straordinaria dal marzo scorso: giovedì 16 settembre, alle ore 12, si terrà a Roma, al ministero dello sviluppo economico, l’incontro tra i sindacati e i commissari straordinari per la presentazione del piano industriale di Mariella Burani Fashion Group che avrebbe dovuto avere luogo a luglio. I commissari, però, a quel tempo, avevano chiesto più tempo per redigere il piano.
A fine luglio Mariella Burani Fashion Group registrava un indebitamento di 356,1 milioni di euro in leggero miglioramento rispetto ai 358,6 milioni di fine giugno.

 

Comments are closed.