Salma Hayek ha indossato un abito della collezione Gucci Première, la nuova linea di haute couture della maison fiorentina, sul red carpet del Festival di Cannes.

Salma Hayek wore a gown belonging to Gucci Première collection, the new couture line of the fashion house from Florence, on the red carpet of Cannes Film Festival.

Sebbene a gennaio la maison Gucci avesse rifiutato di rilasciare dichiarazioni in merito, già all’inizio dell’anno erano circolate voci sul fatto che Frida Giannini stesse lavorando ad un debutto nel campo della haute couture per il marchio fiorentino. Ora quelle voci hanno trovato una conferma. La casa di moda ha, infatti, rilasciato un comunicato stampa per annunciare che l’abito indossato da Salma Hayek per la prima del film Robin Hood al Festival di Cannes è il “primissimo” abito da sera della collezione di haute couture Gucci Première disegnata da Frida Giannini.
Nel comunicato il vestito è descritto come “un abito lungo in georgette di seta, con una sola spallina, drappeggi sul fianco, sulla schiena e sulla spalla e ricami di cristalli color granata sulla spalla e in vita”.
Salma Hayek era accompagnata dal marito, François-Henri Pinault, ceo di PPR, a cui fa capo il Gucci Group e, quindi, il brand Gucci.
Sembra che Gucci Première non sia destinata a sfilare sulle passerelle dell’alta moda, ma ad essere venduta su appuntamento e a vestire le celebrità sui red carpet delle occasioni importanti. Staremo a vedere se anche queste voci saranno confermate.

 

10 Responses to Il debutto di Gucci nell’alta moda / Gucci’s debut in couture fashion

  1. giulia says:

    Cos'avrebbe di particolare?

  2. ale says:

    per giulia:ha una sola particolarità: è il "primissimo" haute couture di Gucci. Con tutta la buona volontà, Frida non avrebbe potuto cominciare peggio.

  3. nicola says:

    Non vedo cosa ci sia di couture.

  4. freak bitch says:

    Forse Frida dovrebbe prima pensare a migliorare il ready-to-wear.

  5. Anonymous says:

    Prima il RTW per favore sia donna che uomo…lasciamo l'alta moda ad altri per il momento!

  6. fendissima says:

    Non ho parole.

  7. Matteo says:

    @ giulia: semplice, è disegnato da Frida Giannini. Non ti basta?

  8. giulia says:

    Non credo che Frida sia in grado di fare la couture. E poi non ne vedo l'utilità di questi tempi.

  9. Salvatore says:

    Meglio chiamarlo made to measure.

  10. ale says:

    Concordo con giulia sull'inadeguatezza della Giannini per la couture. Però come mossa pubblicitaria non è affatto male, senza sostenere i costi di una collezione completa e di uno show, il nome Gucci è rimbalzato in tutto il mondo. Qualche borsa e qualche occhiale in più verrà sicuramente venduto.Peccato che ad una tale eco non sia corrisposto un abito capace di sostenerla.(Pare comunque che la Giannini c'entri poco con l'abito…)