Il marchio riparte dalle origini casual e sport: per il rilancio lascia Milano e torna a Firenze.

The brand goes back to its casual and sport origins: for the relaunch it leaves Milan and moves back to Florence.

C.P. Company dice addio a Milano e torna a Firenze. Il marchio di abbigliamento informale ceduto lo scorso febbraio dall’azienda di Ravarino, Modena, Sportswear Company di proprietà di Carlo Rivetti e della sorella Cristina al gruppo Fgf Industry dello stilista imprenditore Enzo Fusco non sarà nel calendario della kermesse di moda che si terrà a giugno nel capoluogo lombardo ma, sempre in giugno, al prossimo salone fiorentino di Pitti Immagine Uomo presentando pochi capi iconici che avranno un appeal meno fashion e più military chic, come da tradizione del brand.
Inoltre, a partire dalla primavera-estate 2011, la direzione creativa di C.P. Company sarà seguita direttamente da Enzo Fusco e da un misterioso giovane designer del quale ancora non si conosce il nome che si occuperà della linea maschile mentre la linea donna resterà temporaneamente congelata.
Chiusa la licenza Sweet Years, il gruppo rinsalda il legame con la famiglia Blauer. La Fgf Industry, nata sette anni fa, fattura 60 milioni di euro circa e punta a toccare quota 100 milioni nell’arco di due anni.

 

Comments are closed.