Il gruppo di Cavriago è stato ammesso alla procedura con l’esclusione di Antichi Pellettieri.

The group from Cavriago has been admitted to the procedure with the exclusion of Antichi Pellettieri.

La sezione fallimentare del Tribunale di Reggio Emilia ha ammesso Mariella Burani Fashion Group in liquidazione all’amministrazione straordinaria con l’esclusione, però, di Antichi Pellettieri, una società del gruppo.
La sentenza arriva dopo il parere favorevole espresso nei giorni scorsi dal Ministero dello Sviluppo Economico, come richiesto nella sua relazione del commissario giudiziale, Francesco Ruscigno a cui vengono confermati i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione dell’impresa e che, quindi, diventa commissario straordinario. Respinta la richiesta di fallimento che veniva dai curatori fallimentari di Burani Designer Holding Nv e Mariella Burani Family Holding.
Secondo una fonte, d’altra parte, sembra che, sebbene al momento sia stato fatto solo il nome di Ruscigno, non è escluso che il ministero nei prossimi giorni nomini una terna di commissari di cui lo stesso Ruscigno potrebbe non far parte. Comunque, l’obiettivo dell’attuale commissario giudiziale, nominato alcuni mesi fa dal Tribunale di Reggio Emilia, è di rimanere a capo di Mariella Burani Fashion Group e di essere nella terna di professionisti che la dovranno gestire in vista dell’ammissione alla procedura che garantirà la prosecuzione dell’attività industriale del gruppo di Cavriago, autorizzata dal giudice competente.
Ruscigno, inoltre, si è fatto inserire nella lista del nuovo consiglio di amministrazione di Antichi Pellettieri, il vero asset di Burani che prima o poi sarà venduto per garantire alla controllante la continuità aziendale.

 

One Response to Mariella Burani in amministrazione straordinaria / Extra ordinary administration for Mariella Burani

  1. Anonymous says:

    Il Ministero dello Sviluppo Economico ha nominato tre commissari straordinari per Mariella Burani Fashion Group: Giampiero Martini, Francesco Ruscigno e Rossella Strippoli.