Vent’anni di Moschino nel cuore di Mosca: all’interno del GUM la storia del marchio attraverso abiti, accessori, campagne pubblicitarie e allestimenti per le vetrine.

Twenty years of Moschino in the heart of Moscow: at GUM the history of the brand is presented through clothes, accessories, ad campaigns and visual displays for shop windows.

Dal 1 al 30 aprile 2010 il GUM di Mosca, il department store erede dei famosi Magazzini GUM che si aprono con la loro lunga facciata su tutta la Piazza Rossa, ospita “Inside Moschino”, una retrospettiva che percorre gli anni del marchio italiano dalla sua fondazione a oggi. Una dichiarata celebrazione dell’evoluzione di Moschino dai suoi esordi fino alla collezione primavera-estate 2010, attraverso la lettura di tutta la sua storia composta di abiti e di accessori, di campagne pubblicitarie e di allestimenti per le vetrine.
“Sono molto onorata da questo tributo che Mosca dedica a Moschino. Non solo Mosca, ma tutta la Russia – ha commentato il direttore creativo di Moschino, Rossella Jardini – è un paese che ha sempre dimostrato una particolare sensibilità alla creatività di Moschino”.
Promossa da Bosco dei Ciliegi, partner esclusivo del brand in Russia con le due boutique di Mosca e quella di San Pietroburgo, l’esposizione occupa la galleria centrale del GUM con un allestimento che ricrea tutto il mondo Moschino: si parte dagli ambienti dell’atelier Moschino di Milano per proseguire con i punti vendita, in una riproduzione fedele di tutti gli ambienti e con un rifacimento letterale perfino dei portoni e delle finestre. L’installazione è a vista: nessuna barriera, infatti, separa il mondo Moschino dai visitatori che sono così liberi di osservare come nasce la creatività Moschino potendo partecipare a quanto avviene dietro le quinte dell’atelier. E non solo, ogni visitatore potrà essere a diretto contatto con le collezioni, le immagini delle campagne pubblicitarie e con gli allestimenti scenografici delle vetrine tra i quali saranno in mostra l’indimenticabile “Assi e Ferri da Stiro”, esposto per la prima volta nel negozio Moschino in via Durini a Milano del febbraio 1999 e i più recenti “Ape Piaggio” creato per l’apertura di Parigi nel febbraio 2003, “Pigeons” per La Rinascente in piazza Duomo a Milano nel febbraio 2009 e “Lace”, protagonista della vetrina della boutique di via Sant’Andrea a Milano nel febbraio 2010.
Al centro dell’esibizione una selezione di abiti e accessori che parte dagli archivi storici fino alle collezioni più recenti di Moschino, Moschino Cheap and Chic e Love Moschino. Infatti, collezioni e accessori partono con la “Borsa-casa” autunno-inverno 1998-99 e terminano con due pezzi di “Archivio Moschino”, l’etichetta che ripropone i pezzi storici re-intepretati con silhouette e proporzioni contemporanee, tra i protagonisti della passerella primavera-estate 2010. Tutto sullo sfondo delle campagne pubblicitarie: un vero background d’autore.

 

Comments are closed.