Perdersi in uno sguardo… affondare in un sorriso: Dèmetra e Kore, il dono più prezioso che questa terra ferita ha fatto di sé.
L’emozione nel “velarle” è stata così potente da condurmi in un viaggio lungo 2500 anni tra… culti, riti e misteri, simboli… segni e “disegni”.
Ho attraversato il tempo incontrando le Ore, l’Aria, l’Acqua, il Fuoco e la Terra.
Un viaggio verticale fino al ventre di Madre Terra, visioni di Dee… ora in fiori che ne profumano l’aria, ora in piume da cui spiccano il volo. Il trionfo della leggerezza: 21 grammi, il peso dell’Anima nella luce dell’Aurora. Sculture in tulle di seta: spalmato, laserato, graffitato, ricamato.
Dee di ieri come quelle di oggi che si raccontano in un mondo di eterna bellezza, di questa Sicilia che fimmina è…
Dal bianco assoluto delle saline al nero profondo della lava.
Fili che intrecciano antichi makramè come vecchi centrini su tulle di lino; coralli di Sciacca da “dote” ed ancora gioielli scolpiti come un racconto appena iniziato.
C’era una volta…
Marella Ferrera

 

8 Responses to Marella Ferrera haute couture primavera-estate 2010 / Marella Ferrera haute couture spring-summer 2010

  1. fendissima says:

    Trovo le collezioni della Ferrera sempre magiche ed evocative. Il primo abito è fantastico.

  2. Salvatore says:

    Non voglio sembrare campanilista ma nessuno meglio di un siciliano può capire queste cose.

  3. Edward Phelan says:

    Marella Ferrera non delude mai. E anche questa volta, insieme a quella di Sarli, la sua è stata la sfilata più bella di Altaroma. Tecnologia, arte, maestria artigianale,tradizione… tutto si fonde per creare abiti che sono davvero pezzi straordinari.

  4. Dudù says:

    Mamma mia che orripilanza… vecchia come il mondo… salvo qualche nota di colore il resto è monotonia allo stato brado

  5. giulia says:

    A me piace il sesto. Bellissimi anche i bustier di corda sugli impalpabili abiti peplo.

  6. Matteo says:

    Bella tra arte e mitologia.

  7. Miki says:

    Piace molto anche a me, romantica e sensuale allo stesso tempo.

  8. Le_Robert says:

    Beh insomma… se proprio vogliamo guardare un viaggio tra arte e mitologia, cari, guardiamoci Givenchy con Tisci!