Ludovic Alban ed Eric Wright lasciano, rispettivamente, la direzione artistica di Carven Homme e di Façonnable mentre Nathan Jenden cede il testimone a Yvan Mispelaere da Diane von Furstenberg.

Ludovic Alban and Eric Wright leave the artistic direction, respectively, of Carven Homme and Façonnable, while Nathan Jenden passes the baton on to Yvan Mispelaere at Diane von Furstenberg.

Carven Homme, comprato nel giugno 2008 dalla sua licenziataria SCM e posto in amministrazione controllata dallo scorso settembre si separa dal suo direttore artistico. Ingaggiato poco più di un anno fa per confezionare una collezione destinata allo sviluppo internazionale del marchio, Ludovic Alban, ex Yves Saint Laurent e Hermès, abbandona il suo ruolo.
Attualmente, il marchio si trova in un periodo di osservazione e monitoraggio fino al 2 marzo prossimo e, confidando nel rinnovo, si vede costretto per il momento a concentrarsi sulle sue attività di base e sul suo mercato nazionale.

“L’équipe interna che Alban ha costituito e consigliato – spiegano dalla griffe diretta da Henri Sebaoun e Marc Sztykman – guidandola nella realizzazione della collezione invernale 2010-2011, indirizzerà d’ora in poi le future creazioni”.

Eric Wright, d’altra parte, lascia la direzione artistica di Façonnable. Ingaggiato nel settembre 2008 da Alberto Lavia, che aveva appena assunto la presidenza del marchio, il designer che vanta esperienze con Karl Lagerfeld, Roberto Cavalli e Cerruti, era considerato la figura fondamentale del piano di rilancio, iniziato con l’acquisto di Façonnable da parte di M1 Fashion nel 2007.
Alberto Lavia approfitta dell’annuncio della sua partenza per dichiarare: “Ringraziamo sinceramente Eric per tutto il lavoro fatto al nostro fianco con l’équipe creativa nelle ultime tre stagioni. Il suo talento ha contribuito a ristabilire l’eredità culturale e i valori di Façonnable così come la creazione di una forte squadra di stilisti che continueranno a fare evolvere il marchio in futuro”.

Nathan Jenden, infine, lascia la direzione creativa di Diane von Furstenberg per dedicarsi a tempo pieno alla linea che porta il suo nome, lanciata quattro anni fa. Quella in programma il 14 febbraio a New York sarà, quindi, l’ultima sfilata in cui Diane von Furstenberg verrà affiancata da quello che per nove anni è stato il suo braccio destro.

Come riportano diversi media americani, la separazione è stata consensuale. Jenden ha espresso parole di gratitudine nei confronti di Diane “che mi ha dato tanto, come io le ho dato tanto”, la quale ha ricambiato assicurando che, in qualità di presidente del Cfda (la Camera della Moda statunitense), aiuterà il designer a sfilare a New York anziché a Londra. Al suo posto, dalla prossima primavera-estate, s’insedierà Yvan Mispelaere, nel cui curriculum spiccano esperienze da Lanvin, Valentino, Louis Féraud, Chloé ai tempi di Phoebe Philo e in Gucci, all’interno del team di Frida Giannini dove, dal 2006, ricopre il ruolo di design director del womenswear sotto la direzione della stilista italiana.
La decisione di andare a lavorare da Diane von Furstenberg è stata maturata velocemente dallo stilista francese, dopo un incontro con la designer a New York: “mi ispira molto quello che è il dna della griffe, la femminilità, la libertà di pensiero, l’essere easy glamour”.
 

Comments are closed.