La voce circolava dai primi di dicembre e ora è arrivata la conferma: il fondo Permira avrebbe riacquistato una parte dei debiti di Citigroup.

Rumors had been circulating since the beginning of December and now have been confirmed: the Permira fund has acquired part of the debt of Citigroup.

Il Valentino Fashion Group, società a cui fanno capo i marchi Valentino, Hugo Boss e Marlboro Classics, insieme alla controllante Red & Black Lux (70% di Permira ed il 30% della famiglia Marzotto), rendono noto oggi di avere completato la ricapitalizzazione della società in accordo con le banche finanziatrici Citigroup, Mediobanca e UniCredit Spa. Il debito complessivo del gruppo si riduce così di un terzo a circa 1,5 miliardi di euro. Come precisa una nota, infatti, gli azionisti di Red & Black Lux, in base alle indicazioni della società londinese Permira e della famiglia Marzotto, hanno investito oltre 250 milioni di euro in nuove azioni, che saranno convertiti in equity per il riacquisto della posizione creditoria di Citigroup. Mediobanca e UniCredit restano gli unici due senior lenders del Valentino Fashion Group, “senza riduzioni del valore nominale del loro credito”; per quello di Citigroup si parla invece di 730 milioni di euro. Le banche, però, hanno modificato la struttura originaria del finanziamento, per fornire alle aziende del gruppo maggiore flessibilità finanziaria e per dotarle di nuove risorse, “al fine di sostenere i loro piani di crescita di lungo termine”. La maison Valentino, in particolare, avrà a disposizione una nuova linea di finanziamento revolving pari a 100 milioni di euro, “dedicata alla copertura delle esigenze finanziarie di lungo periodo”. Con la ricapitalizzazione, si sa, inoltre, che sono stati implementati alcuni passaggi societari per riorganizzare le attività del gruppo in due società separate, entrambe controllate da Red & Black Lux: in una confluirà il pacchetto di controllo di Hugo Boss, nell’altra andranno Valentino e le altre attività italiane, riconducibili a tutto il portfolio delle licenze. A quella che guiderà Hugo Boss farà capo il debito di 1,5 miliardi di euro.
In questo modo, Permira ha reso le due anime di Valentino Fashion Group più snelle e solide aprendo la strada ad un’eventuale cessione del marchio disegnato dal duo Chiuri e Piccioli.

A quanti più volte, di recente, hanno ipotizzato questo split, dato per necessario in vista di eventuali cessioni, gli azionisti rispondono di volere mantenere inalterato il proprio interesse economico per il Valentino Fashion Group e di credere fermamente nel potenziale di crescita di Hugo Boss, di Valentino e delle altre attività italiane, business per i quali hanno avviato una serie di interventi volti “a migliorare l’efficienza e a massimizzare le possibilità di beneficiare di una ripresa dei rispettivi mercati di riferimento”.
“La ricapitalizzazione – spiega Stefano Sassi, ceo di Valentino Fashion Group – ci permetterà di rimanere focalizzati sull’implementazione delle strategie industriali più opportune, in vista di una ripresa dei mercati. La disponibilità di una nuova linea da 100 milioni di euro dedicata a Valentino ci garantisce la copertura finanziaria necessaria per perseguire le nostre ambizioni di crescita. Hugo Boss e Valentino, che operano in segmenti di mercato differenti, vengono separate al fine di raggiungere una maggiore flessibilità strategica e operativa”.
“Siamo convinti – ha aggiunto Paolo Colonna, consigliere di amministrazione di Valentino Fashion Group e partner di Permira – delle prospettive di Hugo Boss e Valentino. Riteniamo che, con la separazione societaria tra le due realtà e l’ulteriore investimento in equity nella società, si sia dato il giusto supporto alle controllate, per cogliere le opportunità che si presenteranno nei prossimi anni. Siamo molto grati a Citigroup, Mediobanca e UniCredit per l’atteggiamento collaborativo nelle discussioni relative alla ricapitalizzazione, che ben riflette la solidità delle relazioni di lungo termine dei fondi Permira e della famiglia Marzotto con tali partner”.
Permira aveva acquistato il 29,6% del capitale di Valentino Fashion Group nel maggio 2007 a un prezzo di 35 euro per azione, per un esborso complessivo di 782,6 milioni. Nel luglio dello stesso anno, la Red & Black Lux Sarl, controllata dal fondo di private equity Permira IV, aveva raggiunto un accordo con Canova Investimenti e Canova Partecipazioni avente a oggetto l’acquisto di 14.040.631 azioni ordinarie di Valentino, pari al 18,95% del capitale. A seguito di questa operazione, Permira aveva quindi incrementato la sua partecipazione in Valentino al 60,2%.
 

Comments are closed.