Salgono a quattro i potenziali investitori per Escada e spunta il nome del libanese M1 Group, dal 2007 proprietario del brand francese Façonnable.

The number of potential investors for Escada increases to four: the new name is that of the Libanese M1 Group, owner of the French brand Façonnable.

Nella partita per aggiudicarsi la fashion house Escada che ha presentato istanza di fallimento la scorsa estate, ormai alle ultime battute, entrano nuovi giocatori e si allunga la lista dei possibili acquirenti accanto alla cordata italo-tedesca di Sven Ley, figlio di Wolfgang, fondatore del brand con Maurizio Borletti e Giacomo Santucci, a Vestar Capital Partners proprietario di St. John Knits e alla facoltosa indiana Megha Mittal.
Secondo le ultime notizie riportate dai media del settore, a entrare nel gruppo dei candidati in corsa per il salvataggio di Escada sarebbe la società di Beirut M1 Group, attiva in diversi campi, dalla telefonia fino ai luxury good. Nel 2007, infatti, il gruppo aveva acquisito dallo specialty retailer Nordstrom l’etichetta francese di abbigliamento e accessori Façonnable, per una cifra pari a 210 milioni di dollari.
La famiglia Mikati, a capo della realtà libanese, si aggiunge, dunque, agli altri concorrenti in lizza per la scalata alla casa di moda con sede nei pressi di Monaco di Baviera: il consorzio Zsl Partners, formato da Sven Ley e dai manager italiani Maurizio Borletti e Giacomo Santucci, che avrebbe anche già proposto per rilevare la griffe, quasi 80 milioni di euro e che punta a rilanciare il marchio in grande stile e Megha Mittal, nuora del magnate indiano dell’acciaio Lakshmi Mittal, considerato l’uomo più ricco del suo Paese, di cui, invece, finora non sono emersi particolari in merito all’offerta fatta dal membro della famiglia indiana.
 

Comments are closed.