Dopo l’accordo siglato a giugno con il gruppo Damiani per la produzione e la distribuzione a livello mondiale delle collezioni di gioielli e orologi a marchio Jil Sander, dal 2008 fa capo al gruppo nipponico Onward Holdings Co. Ltd, è in arrivo a settembre il nuovo profumo femminile del marchio. La campagna pubblicitaria di presentazione è stata realizzata dal fotografo Jan Welters che ha immortalato la modella Julia Restoin Roitfeld.

È in programma per settembre il debutto sul mercato di Jil, il nuovo profumo femminile firmato da Jil Sander, un bouquet floreale-ambrato sviluppato dal naso Olivier Polge in collaborazione con Bruno Jovanovic. L’immagine è stata affidata a Julia Restoin Roitfeld, figlia della direttrice di Vogue Francia Carine Roitfeld, che il fotografo Jan Welters ha ritratto nella campagna pubblicitaria di supporto alla fragranza: la sua sensualità fresca, pulita e spumeggiante la rendono ideale per rappresentare l’essenza e il “mood” di Jil e, super attivissima com’è, lavora come modella per prestigiosi marchi di moda internazionali, editor e stilista, rappresenta un perfetto esempio per milioni di ragazze.
“Questo lancio rappresenta un passo in avanti nella definizione delle strategie di sviluppo del marchio. Strategie basate – ha dichiarato Alessandro Cremonesi che, da giugno, è il nuovo amministratore delegato di Jil Sander – su due punti essenziali: il mantenimento della linea di brand che trova il suo valore nella purezza, nella qualità, nell’eleganza e l’adattamento del marchio all’evoluzione del mercato. Questo nuovo lancio, nello specifico, esplora l’ambito più giovanile del marchio”.
Fondata dalla designer tedesca Heide Marie Jiline Sander nel 1978 ad Amburgo, dove nel 1973 era stata presentata la prima collezione del marchio, Jil Sander GmbH ha siglato nel 1979, con l’allora Lancaster Group, oggi Coty Prestige, la sua prima licenza. Un’alleanza strategica nel segmento beauty concretizzata durante lo stesso anno con il debutto sul mercato delle sue prime fragranze, Pure Woman e Pure Man. La prima boutique monomarca, aperta a Parigi in Avenue Montaigne, è del 1993 e l’anno seguente inaugura a Milano la prima filiale estera, il cui showroom sarà in seguito tramutato in headquarter del gruppo. Alla fine degli anni Novanta la stilista cede il controllo del marchio al Gruppo Prada. Nel 2005 l’ingresso in azienda del nuovo direttore creativo Raf Simons, nel 2006 il passaggio dal Gruppo Prada al fondo di private equity Change Capital Partners e nel settembre 2008 l’ultima acquisizione da parte del gruppo nipponico Onward Holdings Co. Ltd. per 167 milioni di euro. Nell’ultimo anno l’azienda, le cui collezioni di abbigliamento uomo e donna sono affidate alla fiorentina Gibò, sussidiaria europea di Onward Holdings, ha siglato una serie di licenze con prestigiosi partner italiani, grazie alle quali la gamma di prodotti del marchio si aggiorna estendendosi con nuove collezioni di occhiali (Marchon), calzature (Iris), gioielli e orologi (Damiani), underwear e beachwear (Albisetti).
“La presenza del marchio Jil Sander – continua Cremonesi – è ormai consolidata a livello mondiale: Giappone, Usa, Europa, Middle e Far East. In merito alle nuove direzioni di crescita le nostre valutazioni sono quelle di spingere sui mercati emergenti dove siamo già presenti come distributori e sui quali focalizzeremo maggiormente l’attenzione. Certamente, tra gli obiettivi, poniamo anche quello di recuperare il mercato Usa, molto importante per il marchio ma oggi in una situazione di difficoltà. E anche quello di focalizzarci sull’Inghilterra e su tutta l’area British, dalla quale giungono segnali importanti”.
Con oltre venti marchi in portafoglio il Gruppo Coty Prestige ha indirizzato la propria identità nel settore dei fashion brand, attraverso progetti che puntano su designer di qualità, dal carattere giovane e dallo stile contemporaneo. Un indirizzo al quale il lancio della nuova boccetta Jil aggiunge per l’Italia ulteriore appeal.
“Per la prima volta nella storia della nostra partnership con Jil Sander – aggiunge Michele Scannavini, presidente mondo di Coty Prestige – abbiamo studiato, sviluppato e raffinato un prodotto pensando per prima cosa al consumatore italiano. Un mercato che non supera il 5% del giro d’affati globale di Coty Prestige ma è di grande importanza in termini di immagine e soprattutto di crescita futura per un marchio che ci accompagna da trent’anni ed in Germania risulta tra le fragranze femminili più vendute. Questo nuovo progetto ha l’obiettivo di conquistare posizioni di grande qualità: in Italia la distribuzione sarà circoscritta a 1200 doors, ovvero il 50% del canale selettivo. A livello internazionale la progressione toccherà Usa, Medio Oriente e Asia”.
 

2 Responses to Jil: la nuova fragranza femminile di Jil Sander

  1. Anonymous says:

    Dolce & Gabbana a settembre lanceranno invece ROSE THE ONE. Testimonial: Scarlett Johansson.

  2. Dudù says:

    Che bello che la testimonial è la figlia della Roitfeld… entrambe bellissime