Dopo il successo dei negozi di Hong Kong, Macao e Taipei, l’azienda bolognese di pelletteria concentra la sua attenzione sulla capitale cinese e arriva il primo flagship store a Pechino. Guess, invece, conquista l’Europa e dimostra di essere presente in tutte le città strategiche aprendo un nuovo monomarca a Napoli che darà l’avvio ad una capillare espansione retail nella regione.

Piquadro ha inaugurato il suo primo monomarca a Pechino. Un’apertura avvenuta sulla scia del successo riscontrato nell’area cinese dove è già presente con tre negozi di proprietà a Hong Kong, Macao e Taipei. Il nuovo punto vendita è il 64esimo dell’azienda bolognese di pelletteria nel mondo e si inserisce in un percorso di crescita che ha visto negli ultimi quattro anni decuplicare il numero di store. Per la prima boutique nella capitale è stato scelto il Jinbao Place, tempio cinese del lusso, 40 mila metri quadrati sviluppati su 11 piani, che ospitano i brand di punta a livello internazionale. Lo spazio occupa una superficie di 66 metri quadrati che ripropongono tutti gli elementi dell’originale concept store del marchio progettato dall’architetto e designer Karim Azzabi che da anni si occupa dell’immagine coordinata a livello globale.
“La crescita dei consumi di fascia alta in Cina – ha spiegato Marco Palmieri, presidente e amministratore delegato di Piquadro – ci induce a confidare nell’opportunità di essere presenti in questo mercato. Il successo riscontrato su Hong Kong ci fa ben sperare nella possibilità che la Cina diventi importante in termini di fatturato per Piquadro. Per questo abbiamo programmato di aprire nel Paese altri sei negozi diretti entro il 2009”.
I prodotti Piquadro sono venduti in oltre 50 Paesi nel mondo attraverso una rete distributiva di circa 1500 punti vendita che comprende 64 boutique a insegna Piquadro, di cui 38 in Italia e 26 all’estero, 30 directly operated store e 34 in franchising.

Guess, d’altra parte, continua l’espansione europea con l’apertura di un nuovo Denim Store nella città di Napoli, un flagship store di 300 metri quadrati ubicato in Via Dei Mille, l’elegante via partenopea dello shopping, dando inizio ad un ambizioso progetto retail in Campania in partnership tra Guess Inc e l’azienda Co.ca.ma Srl capitanata dal noto imprenditore Giuseppe Nardelli, coadiuvato dal direttore commerciale Raffaele Pezzella, che si svilupperà con le prossime aperture di un Guess Denim Store a Caserta, un Guess Accessories ad Avellino e del primo Guess by Marciano a Salerno.
Il negozio che presenta un concept particolare ed esclusivo in linea con tutti i punti vendita Guess, vetro, legno e acciaio, gli elementi che si fondono in armonia con la filosofia del brand americano, si sviluppa su un piano di vendita, suddiviso da tre zone ben definite, ampie e luminose che ospitano tutte le collezioni: Guess Jeans, l’anima della tradizione, Guess Sexy, giovane e glamour, Guess by Marciano, sofisticata ed elegante, le nuovissime proposte estive degli accessori per le linee Handbags & Footwear e Guess Watches con una sezione dedicata ad accogliere la nuova linea GC Watches, rigorosamente Swiss Made.
Ovunque, le immagini sexy e dalla raffinata pura espressione del colore, realizzate dal direttore creativo Paul Marciano e dal fotografo Yu Tsai per la primavera estate 2009 ci riportano all’essenza del marchio enfatizzando il suo vero dna: il Denim.
“È fantastico – ha affermato l’ad e direttore creativo Paul Marciano – vedere il nostro brand in oltre 80 paesi nel mondo. Il potenziale di questa compagnia è veramente illimitato”.
 

2 Responses to Piquadro apre a Pechino e Guess a Napoli

  1. Dudù says:

    Piquadro purtroppo vende molto… un pò come The Bridge… a me i loro prodotti non piacciono molto…

  2. Edward Phelan says:

    A me Piquadro, invece, piace abbastanza. Non tutto, però diverse cose. The Bridge, invece, non mi piace per niente.