Saltato l’accordo che avrebbe portato il gruppo Marcovaldo ad entrare con una quota in Gaetano Navarra, dopo l’uscita di scena dell’imprenditore di Hong Kong Billy Ngok dal capitale della realtà bolognese.

Nulla di fatto tra il gruppo Marcovaldo e Gaetano Navarra: le trattative condotte nelle ultime settimane non hanno portato all’esito pronosticato dalla stampa. In seguito all’uscita dell’imprenditore di Hong Kong Billy Ngok dalla Pianeta Terra, la società che poco più di un anno fa aveva acquisito il 50% di Studio3 a cui fa capo la griffe del designer bolognese, era stata avviata una serie di contatti, finalizzati alla ricerca di un nuovo socio. “Trattative – specifica la società – che sono attualmente in fase di sviluppo e sulle quali riteniamo a oggi di dover mantenere il massimo riserbo”.
“L’intesa tra le parti non è arrivata a buon fine per la mancata definizione delle modalità d’acquisto della quota del marchio”, si legge in un comunicato.
Dal canto suo, la holding milanese, guidata da Marco Calcinai, che già possiede Carla Carini con le sue varie linee, Debora Sinibaldi e, da inizio anno, la licenza per produrre il prêt-à-porter firmato Ken Scott fa sapere di voler continuare nei propri progetti di crescita, “allineando tutti quei talenti che, inseriti in una realtà produttiva di alto livello, abbiano le potenzialità di raggiungere ottimi risultati”.

A questo proposito, Marcovaldo ha già trovato in Francesco Biasia un valido alleato per il rilancio di Ken Scott. La società che fa capo ad Antichi Pellettieri (Mariella Burani Fashion Group) si occuperà infatti di sviluppare gli accessori dello storico marchio. Le due realtà imprenditoriali hanno messo a punto una strategia unica di distribuzione, che prevede, tra l’altro, l’apertura di un monomarca a Milano.
 

15 Responses to Gaetano Navarra ancora alla ricerca di nuovi soci

  1. Dudù says:

    Quell”ancora lla ricerca di nuovi soci” mi fa morir dal ridere…. quell’ancora ha un gran peso…. ahahahha…

  2. Paolo says:

    “ancora” farà anche ridere, ma io, che assieme ad altri fornitori, sono esposto con DECINE di migliaia di euro nei Loro confronti, NON sto ridendo, anzi…..La più rosea prospettiva è di incassare, non so quanto e non so quando! Cosa racconto nel frattempo ai miei dipendenti, ai miei fornitori, alla mia banca?

  3. Edward Phelan says:

    Ti capisco perfettamente, Paolo. A me tra l’altro dispiace che l’azienda sia in tali difficoltà perché, a parte i danni e i posti di lavoro a rischio, la moda di Navarra mi piace molto ed è sempre triste quando si vede qualcuno che ha un bel prodotto e che non riesce a imporsi sul mercato…

  4. nicola says:

    Anche a me non dispiace qualche pezzo della moda di Navarra ma non l’ho quasi mai vista nei negozi.

  5. Dudù says:

    Ops, scusa paolo, non intendevo urtare la tua sensibilità… era per sdrammatizzare… oltretutto io adoro navarra e spero che la questione si risolva presto… anche per te. In bocca al lupo.

  6. fendissima says:

    Le collezioni di Navarra, soprattutto quelle femminili, meriterebbero secondo me più consenso di quello che ottengono attualmente.

  7. Paolo says:

    Grazie a Tutti per il sostegno morale…Da operatore della moda (uomo e donna) quale sono, dispiace anche a me vedere Aziende in difficoltà ma pragmaticamente devo dire che se il tuo prodotto non esce dai negozi bisogna cambiare rotta prima di suicidarsi (e uccidere chi ha lavorato per te). Purtroppo mi è capitato spesso di vedere lo Stilista che guarda troppo al proprio prodotto e perde di vista la realtà del mercato, cioè quello che si vende.Scusatemi ma le aziende non vivono di sola poesia ma anche e soprattutto di utili, equi e ben distribuiti. Mi rendo conto che il mio punto di vista può non essere condiviso da Tutti ma il momento non attuale non permette errori (soprattutto quelli che pagano altri).Paolo

  8. Alexis Colby says:

    Grazie Paolo, il tuo intervento è stato molto importante. Credo che in un blog come questo che cerca di occuparsi di moda da varie angolazioni e cercando di considerare i molteplici aspetti di ciò che fa moda ai nostri giorni, anche l’ottica aziendale (del resto dietro a tutti i marchi oggi ci sono delle società) sia un punto di vista molto pertinente e rilevante. Ognuno, ovviamente, vede la moda dal suo punto di vista, l’amatore, il buyer, il curioso, il giornalista, il critico, il fashion victim, l’industriale o il “semplice consumatore”.Continua a condividere con noi la visione della moda dalla tua prospettiva. Io e Edward ne saremo lieti.

  9. Anonymous says:

    Vi ringrazio e cercherò di essere presente e magari partecipe il più possibile.Nel frattempo accetto consigli da Tutti per trovare contatti (VERI..) con aziende produttrici utilizzando questo fantastico vettore che è il WEB! Grazie e saluti a TuttiPaolo

  10. Anonymous says:

    Buongiorno a Tutti ieri la newco "424" di propietà di gaetano Navarra mi ha chiesto di collaborare alla produzione della prossima collezione donna (quella maschile è già pronta). Ottima notizia per la griffe ed i suoi estimatori in quanto Gaetano riesce a dare continuità al marchio e a non perdere una stagione.Meno bene per chi come me non ha ancora risolto la sua posizione con i precedenti propietari del marchio, PIANETA TERRA di Padova, e aspetta con trepidazione l'evoluzione della seria situazione economica in cui versa da mesi.Un saluto e alla prossima puntata.Ciao da Paolo

  11. Anonymous says:

    posso assicurare per averlo vissuto dal di dentro che l' ennesimo fallimento di Navarra è dovuto esclusivamente al suo narcisismo e alla smodata presunzione e avidità di denaro del suo socio e compagno, che ha già fatto finire male almeno tre aziende e altrettanti soci industriali (LaCommerciale, PianetaTerra etc.etc.)Consiglio al fornitore della newco 424 di pensarci bene e soprattutto di farsi pagare in anticipo.

  12. giulia says:

    Che fine ha fatto la collezione uomo?

  13. Anonymous says:

    Circolavano già da anni voci di compagni "avidi" di immagine (magari perchè stanchi di rimanere in ombra…) ma soprattutto di €; ebbene oggi ne ho la conferma! Grazie del consiglio, ma chi mi ha contattato sapeva già la mia richiesta e mi ha anticipato proponendomi il pagamento cash; non ho ancora deciso cosa fare comunque poichè nel frattempo Pianeta Terra ha espresso, tramite legali, la volontà di accedere a un concordato. Che fregatura e che inc….ra!!SLT Paolo

  14. Anonymous says:

    Ma la società studio 3, sapete se esiste ancora?

  15. Anonymous says:

    ad aprile la "studio 3 srl" era attiva con presidente del consiglio di amm.ne l'amministratore delegato di Pianeta Terra.Per inciso il 07/08/09 si terrà l'assemblea straordinaria per decidere le sorti della società P.T…FALLIRE O CONCORDARE….questo è il problema!! Ciccia per tutti insomma e ….Buone ferie!!