Ad accompagnare il lancio in anteprima mondiale di Dolce&Gabbana The Make Up, la linea di cosmetici creata dal celebre duo stilistico sarà la mostra “Extreme Beauty in Vogue. La bellezza interpretata dai più grandi maestri della fotografia dagli anni Trenta a oggi”.

Lo spazio al piano terra nel reparto beauty presso la Rinascente di Milano in Piazza Duomo è il primo punto vendita al mondo dove è possibile acquistare in anteprima la prima collezione di cosmetici creata e seguita personalmente in ogni step dello sviluppo da Domenico Dolce e Stefano Gabbana in collaborazione con P&G Prestige Products: Dolce&Gabbana The Make Up presenta un’elegante gamma di colori, texture ed effetti che parlano di passione e sensualità. In un ambiente sofisticato che si ispira alle lussuose profumerie francesi e al design anni ’50 e che coniuga sapientemente tradizione e modernità con un’atmosfera femminile, nero e oro, specchi e chandelier, elementi che da sempre connotano lo stile Dolce & Gabbana, ogni giorno, le clienti possono trovare make up artist professionisti per un look personalizzato che esalti la loro bellezza.

E proprio questo sarà il tema della mostra voluta dai due stilisti dal titolo “Extreme Beauty in Vogue. La bellezza interpretata dai più grandi maestri della fotografia dagli anni Trenta a oggi”. Il percorso espositivo, per il quale il Comune di Milano e Palazzo Reale hanno messo a disposizione le sale del Palazzo della Ragione, permetterà di ammirare scatti dei più celebri fotografi di ieri e di oggi, da George Hoyningen-Huene a Edward Steichen, da Erwin Blumenfeld a Richard Avedon, da Helmut Newton a Annie Leibovitz, da Steven Klein a Irving Penn. Curata da Vogue America, si avvale del contributo di Jean Nouvel in qualità di direttore artistico e di artefice delle scenografie e di Eva Respini come guest curator. Un centinaio le stampe esposte, sensuali e altamente provocatorie, talvolta audaci e spesso al di là delle regole: si parte dagli anni Trenta per arrivare ai giorni nostri, in un susseguirsi di immagini che narrano come i parametri estetici si sono evoluti nel tempo, riverberando il contesto storico, sociale e culturale cui appartengono. La mostra rimarrà aperta dal 4 marzo al 10 maggio 2009.
 

Comments are closed.