Sarebbe imminente la firma del preliminare per la cessione di una quota di minoranza al fondo Clessidra con il quale il designer fiorentino avrebbe avviato una trattativa esclusiva.

Sembra, secondo la fonte Reuters, che Roberto Cavalli e Clessidra Capital Partners abbiano avviato trattative in esclusiva finalizzate alla cessione di una quota di minoranza della casa di moda all’operatore di private equity, ma solo dopo la due diligence si saprà se il deal andrà a buon fine. “C’è un contatto – ha rivelato lo stilista toscano sulle pagine del quotidiano Il Sole 24 Ore – è difficile dire se sarà la volta buona: ci sarà una due diligence, una valutazione e vedremo. Si tratta del 15, massimo 20% dell’azienda, non di più”.
La fonte sottolinea che “la vendita di una quota di minoranza è logica” perché Clessidra, che ha già formulato un’offerta, avrebbe fatto “una valutazione molto bassa” e punterebbe a “lasciare sul tavolo meno soldi”.

L’obiettivo ultimo è, però, come ha rivelato Cavalli a Il Sole 24 Ore, “quotarsi in Borsa fra tre o quattro anni” per “cavalcare la ripresa, dopo questo momento di crisi economico-finanziaria internazionale”.
Tuttavia resta difficile, allo stato attuale, capire se l’intesa potrà concretizzarsi, dopo il passo indietro di luglio, quando si parlava di una short list di pretendenti formata da Candover, Carlyle, Texas Pacific Group e Lion Capital. In discussione, la stima del valore della Roberto Cavalli (1,4 miliardi di euro pare fosse la cifra in gioco, relativamente al 100% della società).
 

Comments are closed.