La Suite, rivisitata da Maison Martin Margiela facendo uso di trompe l’oeil, cotone, bianco e argento, ricrea lo svolgimento di una festa immaginaria per il secondo appuntamento con “Cité de l’architecture & du patrimoine” a Parigi.

Secondo appuntamento con “Cité de l’architecture & du patrimoine” a Parigi. Quest’anno The ELLE Décoration Suite ha affidato l’interior design a Maison Martin Margiela che non si è limitata a decorarlo ma ha ricreato il percorso che rappresenta lo svolgimento di una festa man mano che si avanza nell’appartamento di 220 metri quadrati posizionato di fronte alla Tour Eiffel. Nella prima stanza, assimilata alla preparazione della festa, i mobili sono stati spostati al centro e ricoperti con un telo bianco di cotone. La party room invece è una stanza vissuta, con i resti di una festa, la televisione ancora accesa e il piano che suona da solo. Nella banquet room invece, ricoperta di confetti, si possono ancora sentire le conversazioni degli invitati che riecheggiano da una parete all’altra. L’uso di trompe l’oeil, del cotone, del bianco e dell’argento non lasciano dubbi sul fatto che l’intero appartamento sia stato rivisitato da Maison Martin Margiela.
The ELLE Décoration Suite è aperta al pubblico dal 20 dicembre 2008 fino alla fine di ottobre 2009. La Suite può essere prenotata per organizzare eventi e una stanza dell’appartamento ospiterà mostre temporanee di giovani artisti selezionati dalla Maison.

 

Comments are closed.