Armani lancia una collaborazione con Molteni per la produzione e distribuzione della linea Armani/Dada, nuova frontiera della home collection firmata dallo stilista piacentino. Eleganza, prestigio e design anche in cucina.

Il Gruppo Armani e il Gruppo Molteni hanno annunciato una partnership a lungo termine per la produzione e distribuzione di sistemi per cucina che darà vita alla linea Armani/Dada. Il primo modello che sarà realizzato chiamato Bridge andrà ad arricchire l’offerta con una serie di nuove proposte sia per il settore residenziale sia per il contract e contribuirà ad ampliare la gamma firmata Armani/Casa, divisione ad hoc nata nel 2000 e in forte espansione in cui lo stilista infonde la sua visione di una dimensione abitativa sofisticata e confortevole.
“Sono contento di avere un nuovo e solido partner come Dada – ha dichiarato Giorgio Armani, presidente e ad di Giorgio Armani Spa – e alle sue spalle il Gruppo Molteni, per progettare e produrre cucine in perfetto stile Armani. Già con il primo modello Bridge abbiamo ottenuto risultati importanti, inserendolo in prestigiose residenze private e nelle Armani Residences di Dubai”.
Al Salone del Mobile 2009 verrà presentato il secondo modello, mentre sono in progetto le realizzazioni di 144 sistemi di cucina per le esclusive Armani Residences all’interno del Burj Dubai, l’edificio più alto del mondo che sta sorgendo a Dubai e quelle del cinquantasettesimo piano della Federation Tower di Mosca che, con i suoi 340 metri, sarà la torre più alta d’Europa, in costruzione nelle vicinanze del Cremlino, oltre a venir distribuite nei concept store Molteni e nelle boutique Armani Casa.

Dada, azienda del Gruppo Molteni, dal 1980 progetta e produce sistemi di arredo per cucina a elevato contenuto estetico e funzionale.
“È con grande piacere – ha commentato Carlo Molteni, presidente del Gruppo Molteni – che annunciamo questa partnership con il Gruppo Armani. L’eccellenza e l’assoluta perfezione che da sempre ammiriamo nello stile Armani rappresenteranno sicuramente per noi un punto di riferimento nello sviluppo dei nuovi modelli”.
 

Comments are closed.