Tre tra i più famosi mall nel mondo, tre famosi brand: la linea bridge di Calvin Klein apre al Dubai Mall, il secondo store nella città araba, Marni il primo flagship nel Design District di Miami, Damiani il secondo monomarca ucraino nel Victory Gardens di Odessa.

Si estende su 200 metri quadri il negozio che la linea bridge CK Calvin Klein ha aperto nel Dubai Mall, il secondo nella città araba.
Lo spazio, situato al primo piano del centro commerciale, occupa 200 metri quadrati sviluppato su un unico piano e offre l’intera gamma di abbigliamento uomo e donna, gli accessori della stessa collezione tra cui borse, piccola pelletteria, orologi, gioielli, occhiali e calzature così come una scelta di capi della linea Calvin Klein Underwear Uomo.
Gli interni del negozio sono progettati secondo il design che caratterizza tutti i punti vendita CK Calvin Klein del mondo: un open-space accentuato da un’illuminazione all’avanguardia, arredi e scaffalature di metallo opaco e pavimenti di pietra grigio chiaro. L’estetica essenziale e moderna è completata da arredi su misura di legno in calde tonalità di grigio e finiture metalliche con dettagli opachi e da strutture blu marino con pannelli di vetro grigio.

Miami, invece, ha festeggiato l’apertura di un flagship store Marni al 3930 NE 2nd Avenue, Suite 100 all’interno del Design District, tipico esempio di ex quartiere industriale recuperato e trasformato in nuova hip zone della città.
La boutique di 230 metri quadri, concepita da Consuelo Castiglioni, anima creativa della griffe, insieme agli architetti dello studio Sybarite, è caratterizzata da due ampie vetrine lunghe 25 metri che la espongono all’intensa luce solare del luogo. L’interno è giocato su forme circolari ripetute ed il muro bianco con semisfere in rilievo, ispirate ai motivi architettonici tipici del movimento artistico dell’Art Déco.
Gli espositori, in fibra di vetro e retroilluminati, dal bianco traslucido ai toni naturali, sono incassati nei muri per esporre le borse, i gioielli e gli occhiali da sole mentre i ripiani circolari sono in acciaio lucidato e le sedute in pelle. Completano lo stile i tappeti rotondi beige che interrompono il pavimento in cemento ed i manichini, bianchi ed in toni naturali, sospesi nell’aria per esaltare il senso di leggerezza dell’ambiente.
La zona antistante ai camerini di prova è dedicata alla lingerie, presentata in speciali espositori anch’essi incassati ma rivestiti in pelle.

Dopo l’opening nel 2004 del primo negozio nella capitale Kiev, Damiani rafforza la propria presenza sul territorio con un altro flagship store al primo piano del più rinomato, prestigioso e lussuoso centro commerciale, il Victory Gardens, recentemente costruito nel quartiere d’elite Arkadia district a Odessa, la maggiore città dell’Ucraina meridionale.
“Il Victory Gardens – ha dichiarato Guido Damiani, presidente e ceo della società quotata sul segmento Star di Borsa Italiana – è il più elegante centro per lo shopping della città, situato nel cuore del quartiere più glamour di Odessa. I più noti brand del lusso mondiale si possono trovare in questo mall, motivo per cui non potevamo perdere l’occasione di essere presenti con un punto vendita altamente rappresentativo e identificativo del marchio, all’interno di una location che esprime al meglio l’esclusività del mondo Damiani. Gemellata con l’italiana Genova, la città di Odessa rappresenta un importante centro economico per il Paese, dove si concentrano soprattutto le attività industriali legate ai settori navale, chimico, metallurgico, agroalimentare e del raffinamento del petrolio. Odessa è anche una base navale e un importante porto commerciale, il principale per il Mar Nero. Essere presenti in una città come Odessa, che sta crescendo a ritmi sostenuti, è esplicativo della strategia del Gruppo di selezionare, oltre alle più consolidate città e aree del mondo, anche mercati relativamente giovani sullo scenario internazionale dove il potenziale di vendita dei prodotti del lusso è sicuramente buono. Tutto ciò costituisce inoltre uno stimolo a portare avanti la nostra politica di espansione con entusiasmo e determinazione”.
A sottolineare l’italianità del marchio, molto apprezzato in Ucraina dove Damiani riscuote successo in termini di vendite e di riconoscibilità, anche la nuova boutique ucraina si caratterizza per il concept creato da Antonio Citterio, architetto italiano di fama mondiale che ha già firmato numerosi punti vendita Damiani nel mondo. Lo stile sofisticato sia nel linguaggio formale sia nei dettagli realizzativi consente di esporre al meglio i gioielli esaltando le caratteristiche stilistiche di un oggetto che, non solo può rappresentare un bene rifugio ma che, soprattutto, è per sempre.

 

Comments are closed.