Nuovo progetto e nuova location per Biagiotti Uomo: accordo con il Gruppo Nardelli per la produzione e la distribuzione e presentazione a Firenze alla prossima edizione di Pitti Immagine Uomo.

Biagiotti Group presenta il nuovo progetto Laura Biagiotti Uomo, in accordo di licenza con il Gruppo Nardelli per la produzione e la distribuzione. Ma la novità è che la nuova collezione – che coniuga lo stile della griffe con le caratteristiche produttive del Gruppo Nardelli, puntando sul concetto di sartorialità – non sarà più presente nel calendario delle sfilate di Milano, ma sarà presentata a Firenze nel corso della settantacinquesima edizione di Pitti Uomo, che si terrà dal 13 al 16 gennaio.

Il gruppo Nardelli nasce intorno alla metà del secolo scorso ad opera del suo fondatore Angelo Nardelli, pioniere degli imprenditori del distretto tessile di Martina Franca in provincia di Taranto. Un’azienda che in pochi anni emerge, cresce, si specializza e presenta ufficialmente il suo marchio: ITN Industria Tessile Nardelli. ITN ora è ristrutturata a livello globale per rispondere a una dinamica di mercato in continua evoluzione e veicola una griffe ormai consolidata nel panorama della moda uomo di alta fascia, la Angelo Nardelli 1951.
“Siamo ormai giunta alla terza generazione – ci dice Domenico Nardelli, figlio del fondatore – infatti, dopo mio padre c’è già mio figlio che dà un contributo importante”. Un marchio forte quello di Angelo Nardelli 1951, con un appeal classico che ha conquistato tanti uomini dello spettacolo, basato sulla qualità e sulla cura del particolare.
“Sono i particolari che fanno la differenza – continua Domenico – per questo abbiamo puntato sulla filiera e sul marchio”. E a leggere l’elenco dei vip che si sono affidati a Nardelli per la cura del proprio stile c’è da credergli: da Emilio Solfrizzi a Fabio de Luigi, da Lino Banfi a Antonio Albanese, passando per Flavio Insinna, Fabrizio Frizzi e Fabio Caressa. Inoltre il brand ha da anni legato la sua immagine a uomini di sport come calciatori,ciclisti, canoisti e ginnasti, ad evidenziare quindi la dinamicità e la praticità di collezioni che mantengono sempre e comunque la loro classica raffinatezza.
Per raggiungere questi risultati l’azienda ha investito molto su sistemi tecnologici all’avanguardia, offrendo al cliente un abito sartoriale di elevata fattura, puntando quindi sul “su misura”. Le strategie di marketing innovative hanno fatto il resto: oggi sono 5 in Italia gli show-room Nardelli (Milano, Taranto, Palermo, Altamura, Lecce) mentre all’estero il brand è presente in punti vendita di Mosca, Londra, New York e Madrid.

 

Comments are closed.