Con la nomina di Marc Ramanantsoa come managing director di Cacharel sembra profilarsi un divorzio tra il duo creativo Mark Eley e Wakako Kishimoto e il marchio fondato da Jean Bousquet.

Cacharel scommette sul giovane Marc Ramanantsoa per il ruolo di managing director della fashion house francese per rilanciarne su scala planetaria il prêt-à-porter disegnato dal duo britannico di stilisti Mark Eley e Wakako Kishimoto e potenziarne la competitività sui mercati internazionali: il 27enne manager affiancherà il fondatore Jean Bousquet nello sviluppo globale del brand. Ramanantsoa succede a Pierre Cardon, che ha lasciato la società dopo un breve periodo (era stato nominato ceo nell’autunno 2007), pare per divergenze d’opinioni con il patron Bousquet.
Sembra, però, che con la nomina del neo-managing director si possa profilare una svolta anche dal punto di vista stilistico: stando alle indiscrezioni, a breve, il duo di designer chiamato nell’ottobre 2007 alla direzione creativa del marchio, dovrebbe essere sospeso dal ruolo nonostante apparentemente il marchio avesse trovato una sua giusta dimensione con Eley e Kishimoto. Probabilmente, i risultati delle vendite non sono stati all’altezza delle aspettative.

Più duraturo era stato il sodalizio con un’altra coppia di designer, Inacio Ribeiro e Suzanne Clements, durato sette anni, che aveva ceduto il testimone per un brevissimo arco di tempo a Estrella Archs, in carica per circa tre mesi, da luglio a settembre 2007, prima di essere soppiantata dagli stilisti attualmente in carica.
 

Comments are closed.