Giovanna Furlanetto ha ricevuto l’onoreficenza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Tra i 25 nuovi Cavalieri del Lavoro nominati oggi dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano c’è anche Giovanna Furlanetto, nata nel 1943 a Bologna, Presidente e Amministratore Delegato di Furla Holding Spa, marchio affermato nella produzione e commercializzazione di borse, scarpe, pelletteria e accessori per l’abbigliamento. Alla consegna del prestigioso riconoscimento Furlanetto ha dichiarato: “Sono onorata e desidero condividerlo con tutti coloro che sono parte vitale dello sviluppo dell’azienda.”

Fondata nel 1927 a Bologna, Furla ha 643 dipendenti e alla fine del 2007 ha fatturato oltre 150 milioni di euro. È presente in 64 paesi e nelle città più importanti del mondo con 296 negozi monomarca e altri 100 cornershop e realizza il 64% dei ricavi sui mercati esteri. Ha promosso diverse iniziative dedicate ai giovani stilisti emergenti. Tra queste il Premio “Furla per l’arte”, istituito nel 1999 con l’intento di monitorare e promuovere i giovani artisti italiani emergenti, e il “Talent hub”, che ospita nei maggiori negozi Furla le creazioni di giovani. È di quest’anno, invece, la nascita della Fondazione Furla per la cultura contemporanea, a sostegno dei giovani creativi italiani tanto nell’arte quanto nella moda.

L’attività di Giovanna Furlanetto in Furla inizia dopo il liceo, accanto al padre e ai due fratelli. Agli inizi degli anni Settanta raccoglie, con questi ultimi, il testimone del padre Aldo. L’espansione comincia facendo leva sulla forza del prodotto. Il primo negozio all’estero è quello di Parigi, aperto nel 1985. Giovanna Furlanetto ha contribuito in modo determinante allo sviluppo della società, diventando un case-history in molte università. Un’azienda giovane che vede una presenza femminile che raggiunge il 78%: una scelta imprenditoriale che mira a dare spazio ai giovani e alle donne.

 

Comments are closed.