La casa appartenuta a Versace, per un mese a partire dal 30 settembre, può essere ammirata al suo interno, riccamente decorato con affreschi e mosaici.

Peter Loftin, attuale proprietario della splendida e dannata Casa Casuarina, appartenuta al celebre stilista calabrese Gianni Versace, ha deciso di mostrarla – al costo di 50 dollari – ai turisti e curiosi che da anni sognavano di mettere piede in uno degli edifici più sontuosi della zona.
La maestosa e spettacolare villa di South Beach, Miami, la cui architettura spagnola risale al 1930, è ispirata all’Alcazar de Colon di Santo Domingo, un palazzo del cinquecento costruito dal figlio di Cristoforo Colombo, considerato l’edificio più antico dell’emisfero occidentale.
Fu completamente risistemata nel 1992, quando Versace l’acquistò e decise di farne il suo buen retiro in Florida: il complesso, che prima era diviso in appartamenti, fu sottoposto a grandiosi lavori di ristrutturazione, che portarono alla demolizione, tra l’altro, di un vicino albergo. “È un luogo troppo magico – dichiara il multimiliardario imprenditore americano Loftin – per non condividerlo con un pubblico più ampio”.
La lussuosa dimora, acquistata per 19 milioni di dollari nel settembre del 2000, quando la famiglia Versace decise di disfarsene perché troppo era il dolore legato alla tragedia della morte dello stilista italiano (assassinato undici anni fa dal serial killer Andrew Cunanan sugli scalini dell’ingresso), fu trasformata in un hotel extralusso frequentato da grandi star del cinema, della musica e del fashion system. Loftin aveva infatti abbandonato l’idea diabitare personalmente il palazzo essendo le sue visite a South Beach troppo sporadiche.
Tra i punti più interessanti della visita dell’abitazione situata al numero 1116 di Ocean Drive ci sono i giardini, la piscina, la sala da pranzo Medusa, le sale denominate “Marocchina” e “Barocco” e, infine, la suite personale dello stilista, ribattezzata “La mer”. Volendo, alla fine del tour, ci si può fermare a bere una bibita nel “Tiffany Bar” o, addirittura, pranzare nel ristorante “Casa Cucina”, sempre all’interno della villa. L’iniziativa è valida solo per un mese, poi Casa Casuarina tornerà ad essere un luogo esclusivo, al riparo da sguardi indiscreti.

 

3 Responses to La villa di Versace a Miami diventa museo per un mese

  1. gabriele says:

    Adesso le meravigliose dimore di Gianni Versace sono state vendute tutte?

  2. Alexis Colby says:

    Sicuramente sono state vendute villa Fontanelle sul lago di Como e casa Casuarina, ma i Versace hanno ancora quella di via del Gesù a Milano e mi pare che non abbiano venduto nemmeno l’appartamento al 5 di East 64th Street a New York (non ne ho la certezza, però…)

  3. elena says:

    Non riesco a immaginare cosa possa significare vivere in una villa meravigliosa come questa.