Una fragranza sconvolgente, che sa di sangue, di saliva, di sudore e di sperma. Un nuovo modo di intendere il profumo. Tutto da odiare o da amare… incondizionatamente.

Chi ha detto che un profumo deve essere per forza piacevole? Questa sembra essere la sfida lanciata da Etat Libre d’Orange con il suo profumo Sécrétions Magnifiques.

Sulla confezione di questo profumo – certo un antidoto alla convenzionalità – potrebbero benissimo scrivere “Materiale biologico pericoloso”.

Annusando questo orgasmo olfattivo non si può certamente restare indifferenti. Si ha la sensazione di ricevere un pugno nello stomaco. In principio può risultare addirittura ributtante.

E tuttavia, dopo alcune inalazioni si rimane abbastanza sorpresi del fatto che non sia orribile come uno si aspetterebbe. Non si può definirlo gradevole, ma è sicuramente interessante e ben sviluppato.

Questa fragranza sembra affermare due cose: la prima è che nessuna nota olfattiva è tabù, la seconda che, appunto, un profumo non deve essere per forza gradevole.

Ci sono alcuni precedenti illustri in tal senso. Philippe di Méo ha prodotto tre profumi ispirati rispettivamente all’odore del sudore, delle lacrime e della saliva. Inoltre esistono certe note tradizionali il cui odore ricorda delle secrezioni biologiche (zibetto, moschus, ecc.). Solo che sono talmente entrate nella tradizione della profumeria da essere accettate senza problemi.

Sécrétions Magnifiques sembra volersi spingere ancora oltre lungo questo percorso, per far sì che impariamo ad apprezzare altri odori corporei.

La fragranza è stata composta da Antoine Lie (Magic Garden di Laura Ashley, Parfum d’Eté di Kenzo, Crystal Noir di Versace, Brit Gold di Burberry, Armani Code per uomo di Giorgio Armani…) usando un accordo iodato (fucus, Azurone), un accordo di adrenalina, un accordo di sangue, un accordo di latte, ireos, cocco, sandalo, opoponax, ecc.

Ai nostri nasi Sécrétions Magnifiques sa di albume e di sperma. Gli accordi di ozono e sangue non si distinguono particolarmente, ma servono a rafforzare l’impressione provocatoria di materiale biologico naturale, grezzo. Il profumo tende a sviluppare una nota metallica. Man mano che la fragranza rivela le note di cuore, appaiono alcuni deboli accenti profumati. Le note di fondo risultano più raffinate e sensuali, ma sempre fredde e metalliche.

Le impressioni principali che si ricavano all’esame olfattivo sono due: di rudezza e di freddezza. Quest’ultima fa pensare a un seduttore più che a uno scambio amoroso, un Don Giovanni incapace di provare vero amore. Questo non è necessariamente un difetto. Perché un profumo non può esprimere delle nevrosi o definire una persona in modo meno che lusinghiero? Siamo così abituati a pensare ai profumi come a delle costruzioni idealizzate di noi stessi che è positivo trovare qualcuno che ci costringa a pensare in modo diverso.

Quelli di Etat Libre d’Orange sono ovviamente consapevoli che Sécrétions Magnifiques ha un che di rivoltante, ma dal momento che gli estremi spesso si toccano ritengono che sia capace al tempo stesso di generare un’attrazione di tipo non convenzionale.

Sécrétions Magnifiques è un profumo che amerete o odierete alla prima inalazione. Per quel che mi riguarda non lo comprerò sicuramente, ma per poterlo giudicare lo dovrete assolutamente provare.

 

Comments are closed.